alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

Raccolta rifiuti, Irpiniambiente replica:”Il Comune di Atripalda è inadempiente, deve alla società 2 milioni e 889mila euro”

Pubblicato in data: 16/11/2012 alle ore:13:19 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

irpiniambiente-logoSulla recente delibera del Comune di Atripalda con la quale l’Ente della città del Sabato ha approvato gli indirizzi per la progettazione di un piano per la gestione del servizio integrato dei rifiuti, si registra oggi la nota di Irpiniambiente Spa (foto). L’Ente di via Cannaviello chiarisce: “In relazione alle ultime dichiarazioni dei rappresentanti dell’amministrazione comunale di Atripalda, la società Irpiniambiente manifesta stupore e rammarico. Le contestazioni mosse all’indirizzo della società sono pretestuose per svariati motivi, che l’assessore all’ambiente di Atripalda, Antonio Prezioso, omette di fornire al giornalista e che la società, per completezza di informazione, intende, invece, esporre. Basterebbe il solo “dettaglio” relativo al debito che il Comune di Atripalda ha maturato nei confronti della società, per smontare il “castello accusatorio” dell’assessore Prezioso.
Irpiniambiente, ad oggi, vanta nei confronti del Comune di Atripalda, un credito di 2 milioni ed 889 mila euro. Partendo da tale non trascurabile dato, si comprende a chi ascrivere le reali inadempienze. Ciò nonostante, la società, dopo numerosi confronti con gli amministratori del Comune di Atripalda, si è resa disponibile a concordare un piano di rientro del debito, fino ad oggi mai proposto dall’amministrazione. Pur in presenza del perseverante atteggiamento dilatorio dell’amministrazione comunale, la società ha continuato a svolgere il servizio di raccolta dei rifiuti, secondo il contratto in essere, mostrando particolare disponibilità ad intraprendere iniziative che promuovessero il nuovo sistema di raccolta, come la differenziata presso il mercato settimanale, con allestimento di varie postazioni e la partecipazione con stand promozionali in occasione della manifestazione “Giullarte”. Queste prime esperienze sono state fornite dalla società a titolo completamente gratuito. Per quanto attiene, invece, il sistema “Porta a Porta”, il piano industriale, che in altri e numerosi comuni sta restituendo indiscutibili incrementi della raccolta differenziata, è stato da tempo presentato e concordato con l’amministrazione comunale, tant’è che con nota n°2424 del 28/02/2012 sono stati ufficializzati i termini del servizio.A tale nota, l’amministrazione comunale, con delibera di giunta, stabiliva che l’avvio del nuovo servizio sarebbe stato fissato per il 2012. Successivamente le nuova Amministrazione si dichiarava non soddisfatta del precedente piano e rimandava a successivi incontri ogni discussione in merito. Pertanto, Irpiniambiente è pronta da tempo all’avvio del nuovo servizio, ma è in attesa della nuova condivisione del servizio da parte dell’attuale giunta. E’ evidente, dunque, che le inadempienze, non sono ascrivibili alla società, che comunque è disponibile ad intraprendere al più presto il nuovo servizio, qualora l’amministrazione comunale rompa gli indugi, effettui tutti i passaggi istituzionali e burocratici necessari, rimetta il cospicuo debito maturato, proponendo un piano di rientro e non si produca in vani tentativi di scaricare su Irpiniambiente le proprie responsabil
ità”, conclude la nota.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Raccolta rifiuti, Irpiniambiente replica:”Il Comune di Atripalda è inadempiente, deve alla società 2 milioni e 889mila euro””

  1. Antonio ha detto:

    tra irpiniambiente e comune : UNICA COSA DA FARE è MANDARVI A CASA IN MODO DEFINITIVO ! TROPPA CIALTRONAGGINE ! LA POPOLAZIONE HA PAGATO LE BOLLETTE MA LA CITTA’ è DI UNA SPORCHIZIA SENZA FINE ! SPAGNUOLO FALLA FINITA DI COPRIRE QUELLI PRIMA DI TE !

  2. THE CLASH ha detto:

    Rivolto a Irpiniambiente…dove fuoriescono queste cifre??? Quanto chiedete per il “porta a porta”? E soprattutto il servizio reso FA SCHIFO!!!!

  3. sibilla ha detto:

    Il “PORTA A PORTA” a che prezzo? Se non siete stati pagati è per la vostra insolvenza nei confronti della città. Sono 2 settimane che il temporale, il vento, la pioggia ha reso le strade impraticabili, i tombini letteralmente scomparsi sotto la “marcita”….. dove siete? Aspettate che gli Atripaldesi vengano in via cannaviello a prendervi per i capelli?! Via VEGLIANTE, Via APPIA E COLLATERALI, PIAZZA MUNICIPIO (UFFICIO TECNICO), CERZETE,SAN GREGORIO, se piove di brutto si allagano come LA LUNIGIANA, LE 5 TERRE! …………..SPAZZATE…….. PULITE……DOPO PARLATE!

  4. Mi son rotto... ha detto:

    Queste dichiarazioni sbugiardano clamorosamente l’Assessore. Si parla di un accordo intervenuto il 28 febbraio scorso quando inn carica vi era la giunta Laurenzano, si parla di una delibera attuativa che non è stata messa in atto, quali sono i motivi? Credo sia legittimo chiedersi, in una materia tanto delicata, quali interessi hanno bloccato l’iter della delibera attuativa. Assessore, prima di dimettersi, come sarebbe logico, dia una risposta convincente.

  5. geppetto ha detto:

    questi di irpiniaambiente andrebbero denunciati alla procura della repubblica tutti i giorni.
    Ma ci vorrebbe un’amministrazione seria, e questa è un’altra storia….

  6. Pippo ha detto:

    I disservizi che create giornalmente ed i mancati servizi resi senza dar conto a nessuno, non li elencate?
    Il paese è sporco ed i servizi offerti sono scadenti, dovreste voi compensare il Comune.
    State diventando la causa dei dissesti economici di tutta la provincia.
    il servizio offerto è inversamente proporzionale al costo richiesto, siete solo un carrozzone, ma non vi rendete conto che ormai i tempi sono cambiati e queste cose non possono essere più tollerate.

  7. in munneza veritas ha detto:

    in munnezza veritas….questa amministrazione si sta battendo sul campo di battaglia più a lei consono!!!!l

  8. enzo ha detto:

    molti anni fa……Atripalda era una cittadina tenuta pulita, a chi era affidato il servizio ?
    Da quando c’è questa nuova gestione, non si capisce più nulla. Strade sporche, non passano mai a pulire se non una volta………forse alla settimana.Quando svuotano i cassonetti, lasciano tutto ciò che cade a terra e nessuno lo raccoglie.
    Mentre noi cittadini siamo premurosi di depositare la spazzatura nell’apposito cassonetto.
    Io sò solo una cosa, che la settimana scorsa ho pagato l’ultima rata annuale per il servizio, un servizio pessimo, e caro pagato.
    Spero caro sindaco, che quello che ho sentito e letto sia vero, mandate a quel paese I.A. e contestategli un servizio scarsissimo. In alternativa in piena autonomia date ai cittadini un servizio doc come era qualche anno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *