alpadesa
  
Flash news:   Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia Vandali di nuovo in azione nel centro storico, imbrattata Piazzetta degli Artisti ad Atripalda: lo sdegno sui social. Foto Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati Finisce in pareggio il derby campano tra Avellino e Juve Stabia La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi”

Luminarie di Natale, fumata bianca tra Comune e commercianti non senza dubbi e poche adesioni per il mercatino. FOTO

Pubblicato in data: 22/11/2014 alle ore:10:24 • Categoria: Attualità

albero-di-natale-in-piazza-2013Fumata bianca tra Amministrazione e commercianti per l’organizzazione degli eventi di Natale.

L’accordo è arrivato l’altra sera dopo una serie di confronti segnati anche da discussioni animate e posizioni contrastanti. Alla fine si è raggiunti all’intesa che prevede l’allestimento di luminarie uniformi in tutte le strade del centro città. All’incontro con i referenti di zona degli esercenti atripaldesi,  svoltosi presso la Sala giunta di Palazzo di città (anche se alcune strade come la parte iniziale di via Appia, piazza Cassese e via San Nicola non erano rappresentate) l’Amministrazione comunale era presente con il sindaco Paolo Spagnuolo, il consigliere delegato al Commercio Flavio Pascarosa e l’assessore al Bilancio Mimmo Landi. La riunione ha concluso gli incontri al Comune con le associazioni ed i commercianti atripaldesi per l’organizzazione degli eventi natalizi. Ad illustrare i dettagli dell’accordo il delegato Pascarosa.

luminarie-incontro-comune2«Alla fine è arrivata l’attesa fumata bianca – dichiara il delegato al Commercio e Marketing del territorio, Flavio Pascarosa –. Nell’ultima riunione si è raggiunto un accordo di massima che prevede l’esborso da parte del comune di 6.240 euro come contributo per l’allestimento delle luminarie che interesseranno gran parte del paese. In piazza Umberto I ci sarà l’allestimento di dodici casette in legno che l’amministrazione comunale intende mettere a disposizione gratuitamente dei commercianti atripaldesi. Però finora ci sono state solo 4 adesioni da parte dei commercianti . L’unico onore a carico degli occupanti sarà quello di pagare la Tosap anche se in maniera ridotta, circa 380 euro per trentuno giorni. L’incasso totale dalla Tosap, circa 4.250 euro saranno utilizzate dal Comune per allestimento di altri eventi natalizi a favore delle associazioni che ne hanno fatto richiesta».

Una sorta di mercatino natalizio lella piazza principe della cittadina del Sabato sul modello di quello che si svolge nel capoluogo irpino con casette in legno messe a disposizione da Assoapi di Rino Bilotto in cui vengano venduti prodotti tipici natalizi.

«Come Comune forniremo anche l’energia elettrica per le luminarie e per le casette – conclude Pascarosa -. Stiamo ancora lavorando per definire gli ultimi dettagli ed un calendario degli eventi che preveda anche notti bianche. Gran parte della attività ed iniziative saranno dedicate ai bambini e la Dogana dei Grani diventerà il centro attrattore maggiore delle iniziative».

Al contributo comunale di circa 6mila euro sarà necessario aggiungere un contributo pro capite sostenuto dai commercianti, con una quota  pari a 50 euro, per coprire il costo totale per l’allestimento delle luminarie in modo uniforme. Ora toccherà valutare una serie di preventivi .

luminarie-incontro-comune3Da definire anche l’organizzazione di eventuali mezze notti bianche. L’obiettivo è di rendere più accogliente la cittadina del Sabato in modo da invogliare a spendere nei negozi atripaldesi. Nelle previsioni ci potrebbe esserci, come per gli anni scorsi, anche l’organizzazione di mezze notti bianche con i negozi aperti fino a tarda sera. Un modo per tentare di risollevare le sorti del commercio cittadino e invogliare a comprare i regali natalizi in città. Questo weekend servirà a definire la tipologia delle luminarie e a scegliere la ditta che dovrà procedere all’installazione, il tutto per poter procede, come da tradizione all’accensione, per l’8 dicembre.
Tuttavia non mancano i dubbi. «Per le casette ritengo che la precedenza debba essere data alle attività atripaldesi – commenta Mimmo Caronia, tra i portavoce dei commercianti di via Roma –. Ci vorranno quasi 18mila euro per le luminarie, e ai 5mila euro più iva del comune dovremo tassarci tra di noi esercenti sostenendo un contributo. Certo ci auguriamo maggiore chiarezza anche sull’organizzazione degli eventi. Il sindaco ci ha assicurato l’impegno. Come via Roma, dove ci saranno certamente maggiori adesioni, non è giusto stare con un’illuminazione uguale ad un’altra strada e non è escluso che potremmo organizzarci per conto nostro».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Luminarie di Natale, fumata bianca tra Comune e commercianti non senza dubbi e poche adesioni per il mercatino. FOTO”

  1. Alba ha detto:

    Nun ci stanno sordi, che faciti a fa e notti ianche pe ci fa piglià friddo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *