alpadesa
  
Flash news:   Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di AtripaldaNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Atripalda Volley, visita e benedizione al Santuario di Montevergine Scandone sconfitta dalla Palestrina per 87-50

Commissione per il Paesaggio, il Prc accusa: “delibera consiliare illegittima”

Pubblicato in data: 19/10/2015 alle ore:07:21 • Categoria: Politica, Rifondazione per la SinistraStampa Articolo

prc_logoLa delibera con cui il Consiglio Comunale di Atripalda ha provveduto nell’ultima riunione all’elezione, con il solo voto dei consiglieri di maggioranza,  dei cinque  componenti della commissione per il paesaggio è illegittima, per  mancato rispetto sostanziale della L. R. n. 109/1982, nonché   per violazione del principio di proporzionalità previsto sia dal testo unico sugli enti locali   (art. 38, comma 6, riferito alle commissioni costituite “in seno” al Consiglio ma applicabile  per analogia a tutti gli altri tipi di commissione  comunale), sia, di riflesso, dallo  Statuto atripaldese (art. 13, comma 1).  La citata legge regionale che regola la materia impone il sistema di voto limitato (ogni consigliere può esprimere una sola indicazione)  al precipuo fine di salvaguardare la rappresentanza delle minoranze. Nella fattispecie, l’assenza dall’aula, al momento del voto, dell’opposizione, non giustifica  certo il comportamento da “asso pigliatutto” da parte della compagine guidata da Spagnuolo (per la quale  i rapporti conflittuali con i principi di correttezza e  trasparenza amministrativa sono ormai un tratto costitutivo)

Né, è da rilevare,  l’irregolarità di tale disdicevole modus operandi  sarebbe stata sanata dall’ ipotetico  inserimento, nel novero dei prescelti (tra i quali figura, in modo non illegittimo ma inopportuno, il segretario della sezione del Pd, Malavena), di esponenti riconducibili alla minoranza, non potendo la maggioranza ingerirsi in scelte che sono di stretta pertinenza della sua controparte istituzionale.  Si tratta, come è evidente,  di regole  di elementare democrazia, la cui violazione va censurata qualunque sia la parte politica a rendersene artefice e quella penalizzata. Nella fattispecie, la distanza siderale che,  ovviamente,  ci separa dalle forze attualmente all’opposizione ad Atripalda non può esimerci dal condannare l’accaduto e dal constatare, con disappunto e preoccupazione, che il PD  locale si sta  rapidamente adeguando al “nuovo corso” (in realtà vecchissimo) renziano, quello che sta portando avanti, con una scelta di estrema violenza e inaudito cinismo, un disegno di demolizione  della costituzione repubblicana a partire dal suo principio cardine, la sovranità popolare. Ma la partita è ancora aperta: dopo il completamento dell’iter parlamentare di revisione costituzionale vi sarà, com’è noto, il referendum confermativo. E questa partita noi comunisti  la giocheremo fino in fondo.    

Luigi  Caputo
Partito della Rifondazione Comunista – Atripalda

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Commissione per il Paesaggio, il Prc accusa: “delibera consiliare illegittima””

  1. mimmo ha detto:

    MI PIACE SOPRATTUTTO LA PARTE RIFERITA AL P.D.,AL NUOVO CORSO DI QUESTO PARTITO AI SUOI NUOVI DIRIGENTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *