domenica 14 aprile 2024
Flash news:   L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti La Scandone espugna Barcellona Pozzo di Gotto L’atripaldese Tonia Romano stasera in Honduras con L’Isola dei Famosi Al via i saggi archeologici a rampa San Pasquale in vista della messa in sicurezza del costone Il cardinale Ernest Simoni ad Atripalda per la conclusione del Giubileo straordinario dedicato al martirio di Sant’Ippolisto Turris–Avellino: da oggi il via alla prevendita

Aggiudicato il bando “Alvanite Quartiere Laboratorio” da 8 milioni e 522 mila euro mentre i residenti presentano un dossier sull’abbandono della contrada

Pubblicato in data: 9/11/2016 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità

alvanite1Aggiudicato il bando “Alvanite Quartiere Laboratorio” da 8 milioni e 522 mila euro mentre i residenti raccolgono firme e presentano un dossier sull’abbandono della contrada.
Sono stati affidati giorni fa i lavori del progetto che punta alla ristrutturazione urbana, con nuove costruzioni per 72 alloggi, rivitalizzazione sociale e  riqualificazione degli spazi esterni della popolosa contrada periferica del Sabato composta da prefabbricati pesanti realizzati nel post sisma.
Ad aggiudicarsi l’opera un’Ati (associazione temporanea di imprese) costituita dalla “Costruzioni Italia Srl”, “Siti Srl” e “Mennino Trasporti Srl”.
Con i fondi stanziati da Palazzo Santa Lucia l’ente municipale potrà realizzare 72 nuovi alloggi: 28 alloggi Ers (Edilizia residenziale sociale), 24 alloggi Erp (edilizia residenziale popolare) e 20 alloggi convenzionati da destinare ai privati che godono dei requisiti, in un mix tra pubblico e privato.
dossier-alvanite3Oltre alle residenze è previsto un sistema di servizi: un alloggio sarà destinato per un laboratorio formativo ambientale denominato Ecolab; un ambiente sarà destinato alla Banca del Tempo, uno spazio sarà destinato inoltre per lo svolgimento delle attività del Comitato di quartiere, una ludoteca, un appartamento per anziani, una casa famiglia e quattro locali per attività commerciali ed artigianali. Le opere di urbanizzazione invece prevedono realizzazione di area a verde, percorsi pedonali, parcheggi residenziali per un totale di 3500 mq.  Gli 8 milioni e 522 mila euro sono così ripartiti: 3milioni e 382mila euro sono contributi in conto capitale da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Regione Campania;  contributo in conto interesse per 1 milione e 367mila euro; un finanziamento del Comune per 450mila euro e infine una parte ricadente ai privati o soggetto attuatore per 3 milioni e 200mila euro. E proprio l’aggiudicazione del bando ha consentito l’individuazione del privato (soggetto attuatore), in questo caso un’Ati.
dossier-alvanite4Una buona notizia per i residenti, circa 2000 persone  tra cui molti bambini ed anziani, in questi giorni mobilitati  a raccogliere firme (oltre 120) con la presentazione di un dossier a Sindaco, Prefetto, Presidente Provincia e Regione, Procura, Comando dei vigili del fuoco e Asl di Avellino, dove con foto evidenziano lo stato di degrado e abbandono nel quale versano le palazzine di via Madre Teresa di Calcutta «senza esecuzione di alcun tipo di manutenzione da anni». Edifici consegnati nel 1985 per dare un tetto agli sfollati del sisma e che avrebbero dovuto durare 25 anni.
A finire sotto accusa le grondaie danneggiate dalla nevicata del 2012 che provano infiltrazioni di acqua nelle unità immobiliari. Non a norma le caldaie delle abitazioni tra marciapiedi dissestati, divelti e sprofondati e illuminazione carente che contribuisce a rendere difficoltosi e pericolosi i percorsi pedonali.
Gli abitanti sollecitano inoltre l’apertura di un centro alimentare visto che sono costretti a doversi recare in centro per effettuare la spesa denunciando la mancanza di una guardia medica e di un presidio dei vigili urbani volti a tutelare i residenti. Fuori uso anche i manichette antincendi. Da qui la richiesta di «interventi rapidi, urgenti e definitivi» invitando le autorità competente ad individuare i responsabili di tale degrado.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “Aggiudicato il bando “Alvanite Quartiere Laboratorio” da 8 milioni e 522 mila euro mentre i residenti presentano un dossier sull’abbandono della contrada”

  1. Elettore di Alvanite ha detto:

    Ma quale quartiere laboratorio.
    Alvanite va rasa al suolo per la sua invivibilità.
    Finitela di fare promesse che non potete mantenere. Farete la fine di Hillary Clinton.

  2. Friariello ha detto:

    Oltre all’ abbandono di Alvanite, non parliamo delle strade di Atripalda, tutte rotte.
    Si pensa al palazzo Caracciolo che fra non molto, cadrà a pezzi.
    Non si è fatto un mutuo a favore dei cittadini,ma solo X cose inutili. Chissà perchè???

  3. piero ha detto:

    hanno buttato 40mila euro per l’estate atripaldese che ha schifato tutti vergognatevi scioscia e landi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *