alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

L’Urbanistica al centro del prossimo Consiglio comunale: due istanze di permesso di costruire in deroga presentate da due società immobiliari per rivendite auto al posto di capannoni dismessi. Parla il sindaco

Pubblicato in data: 9/5/2018 alle ore:09:00 • Categoria: Politica

L’ Urbanistica al centro del prossimo Consiglio comunale di sabato mattina. L’Amministrazione Spagnuolo porterà in discussione del parlamentino cittadino due istanze di permesso di costruire in deroga presentate da due società  immobiliari per la realizzazione di due concessionarie auto. Ad anticipare i due interventi, sui quali si dovrà esprime l’assise pubblica, il sindaco Geppino Spagnuolo, che ricopre oltre al Bilancio anche la delega all’Urbanistica. «Sono due richieste ad opera di privati che hanno attivato la possibilità previste dalla Legge regionale sul Piano casa, per la parte di recupero di immobili a destinazione produttiva dismessi. Ma è anche in linea con la legge nazionale. Una particolare previsione della legge destinata ad incentivare proprio questa tipologia di interventi per il recupero di volumetrie esistenti. In questo senso la legge prevede la possibilità di alcune deroghe per alcuni parametri urbanistici a titolo di incentivi. In quest’ottica sono maturate quasi contestualmente le due richieste, a seguito di un’attività istruttoria abbastanza complessa. Il Consiglio comunale è chiamato a valutare un interesse più ampio, un interesse pubblico alla realizzazione di tali interventi che costituiscono parzialmente deroga agli strumenti urbanistici. Rispetto a questi due tipi di interventi si è fatto un’approfondita valutazione sulla sua utilità, non  tanto rispetto a quella dei privati che vogliono realizzarli, ma rispetto ad interessi pubblici. Vedremo come si esprimerà il Consiglio».
La prima istanza riguarda la ricostruzione del complesso edilizio ad uso commerciale lungo la Variante 7bis. A presentarne richiesta l’Immobiliare Marinelli Srl «si tratta della ricostruzione di un immobile produttivo dismesso già preesistente lungo la Variante all’altezza di via Appia e contrada Novesoldi, con deroghe abbastanza limitate rispetto alle volumetrie da poter ricostruire. A fronte di questo vi sarà una riqualificazione e ampliamento della strada comunale al di sotto che collega Contrada Novesoldi con gli spazi interni di via Appia oltre ad una riqualificazione urbanistica e architettonica dell’area che è sempre utile. Poi se questa tipologia di interventi  consente un meccanismo di nuove attività economiche e un nuovo indotto, oltre ad una riqualificazione urbanistica complessiva, è sempre un’utilità generale per la città».  La seconda istanza è de “La Cattolica Immobiliare S.r.l.u.”  e riguarda la delocalizzazione di un complesso edilizio ad uso commerciale dismesso che sta a ridosso del ponte delle Filandre lungo via Pianodardine che più volte in passato per il maltempo si è completamento allagato «e anche questa è stata valutata approfonditamente. Una deroga che consentirà di delocalizzare una volumetria che oggi è ubicata in una zona a rischio dal punto di vista del piano alluvioni, così come individuato dall’Autorità di Bacino che suggerisce di favorirne la delocalizzazione delle volumetrie esistenti.  Questa delocalizzazione va lungo la linea generale di salvaguardia del territorio dal punto di vista ambientale. E questa volumetria viene delocalizzata in un’area che è di proprietà della stessa società, una zona finora destinata a parcheggio privato in via Appia. Anche in questo caso abbiamo fatto un’approfondita valutazione dell’interesse pubblico che c’è dal punto di vista della sicurezza e ambientale.  Con la delocalizzazione lì ci sarà un vincolo di inedificabilità assoluta. Abbiamo inoltre spinto affinché in via Appia, nell’area in cui viene ricostruita la volumetria preesistente, per un riequilibrio degli standard pubblici, il proprietario delle aree si faccia carico della messa a disposizione di un’area di circa 1600 mq. da destinare a parcheggio pubblico per più di 70 posti auto in una zona che appare oggi abbastanza carente. Tale messa a disposizione consentirà di mitigare il problema parcheggi in quella zona. Un parcheggio pubblico in un’area utilizzata in passato come deposito giudiziario che poi procederemo a disciplinare. Anche  in questo caso penso che abbiamo costruito una proposta equilibrata e soddisfacente dal punto di vista dell’interesse pubblico che aiuta a riqualificare le due zone».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia

E’ Luigi Tuccia il primo candidato atripaldese ufficiale nella corsa alle elezioni per il rinnovo della Regione Campania di settembre. Read more

Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti»

«Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti». Parte da qui il nuovo affondo all’Amministrazione Spagnuolo e alle sue politiche Read more

Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità

Si è svolta ieri l'assemblea dell'ASI dove è stato approvato all’unanimità dei presenti, il bilancio consuntivo 2019 del Consorzio Asi Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “L’Urbanistica al centro del prossimo Consiglio comunale: due istanze di permesso di costruire in deroga presentate da due società immobiliari per rivendite auto al posto di capannoni dismessi. Parla il sindaco”

  1. lux ha detto:

    Una domanda, le costruzioni abusive posso usufruire del piano casa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *