domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

Giornate FAI di Primavera, appuntamento oggi e domani: Abellinum e Specus in mostra

Pubblicato in data: 23/3/2019 alle ore:11:20 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Si è svolta nel Salone degli Arazzi dell’Abbazia del Loreto la presentazione delle giornate FAI di Primavera 2019. A fare gli onori di casa l’Abate di Montevergine Riccardo Guariglia.  La Delegazione FAI di Avellino con i Volontari FAI GIOVANI Avellino, in occasione delle Giornate FAI di Primavera 2019 in programma sabato 23 e domenica 24 marzo, terranno visite guidate nei seguenti siti:

Il Parco Archeologico Antica Abellinum, Atripalda (AV), lo Specus Martyrum nella Chiesa di Sant’Ippolisto Martire, Atripalda (AV), l’AcquedottoAugusteo del Serino e le Sorgenti Urciuoli, Villa San Nicola, Fraz. Cesinali (AV), l’Abbazia di S. Maria di Montevergine ed il Museo Abbaziale, Montevergine (AV), il Palazzo Abbaziale di Loreto, Mercogliano (AV), la Basilica paleocristiana della SS. Annunziata, Prata di Principato Ultra (AV), la Collegiata di San Michele Arcangelo, Solofra (AV).

A spiegare gli obbiettivi a cui mirano queste giornate è Raffaele Troncone, Capo Delegazione FAI di Avellino: “Il nostro obbiettivo – spiega l’architetto Troncone – è quello di fare in modo che i ragazzi che ci accompagnano in questi luoghi che sono stati aperti si impadroniscano di questo patrimonio perchè lo scopo del FAI non è quello turistico ma quello di trasferire conoscenza e consapevolezza per cui portiamo questi giovani a conoscere questo patrimonio. Sono loro a diventare i protagonisti in queste giornate perchè assumono il ruolo di apprendisti ciceroni. Accompagnano i visitatori su questi beni ed è questo un meccanismo virtuale di conoscenza e d’amore per il proprio territorio e per il proprio patrimonio”.

Presente anche il Virgilio Marone con la docente Renata Forone che spiega l’importanza per il mondo della scuola: “Nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola – lavoro la nostra scuola si è avvalsa della collaborazione del FAI. Abbiamo unito quello che è il desiderio di valorizzare il nostro territorio e quello di far conoscere ai ragazzi realtà che molto spesso sono a loro poco note. Loro faranno da apprendisti ciceroni al Palazzo Abbaziale di Loreto e all’Abbazia di Montevergine“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *