gioved� 20 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

78° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana: festeggiamenti del 2 giugno alla Prefettura di Avellino. Foto

Pubblicato in data: 2/6/2024 alle ore:14:10 • Categoria: Attualità

Per festeggiare il 78° Anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana, il Prefetto di Avellino, Rossana Riflesso, ha inteso riunire tutta la comunità in piazza Libertà con una celebrazione preceduta dalla deposizione della corona d’alloro davanti al monumento ai Caduti e proseguita con lo schieramento del Reparto di formazione per gli onori, la cerimonia dell’Alzabandiera e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, a cui si accompagneranno i contributi di alcuni studenti del Convitto Nazionale “P.Colletta” e del Conservatorio Domenico Cimarosa, oltre che con la vivace partecipazione dei bambini delle scuole primarie della Città.
Infine i Vigili del Fuoco ed i militari del Soccorso Alpino Guardia di Finanza hanno proceduto allo srotolamento del Tricolore sulla facciata del Palazzo di Governo.
Lungo Corso Vittorio Emanuele, inoltre, è stata allestita una mostra statica con l’esposizione dei mezzi dell’Esercito, delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco.

La giornata ha, altresì, visto la consegna di 16 onorificenze attribuite dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ai seguenti insigniti:

1. Commendatore Giampetro BOSCAINO
Nel Corpo dei Vigili del Fuoco dal 1990, ricopre attualmente l’incarico di Direttore regionale dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile in Puglia, dopo aver prestato servizio in diverse regioni d’Italia.
Specializzato in Ingegneria Sanitaria ed Ambientale, ha contribuito ad importanti progettazioni di opere idrauliche.
Ha partecipato a gruppi di lavoro interministeriali per la redazione di normative europee, oltre ad aver svolto- con il massimo impegno e la più ampia dedizione- missioni di soccorso tecnico urgente di carattere nazionale e internazionale.

2. Ufficiale Angelo AMODEO
Già Direttore Regionale della Banca Popolare dell’Emilia Romagna nella regione Lazio.
Si è distinto in ambito sociale per l’attività di raccolta fondi a favore della ONLUS Assohandicap, contribuendo all’acquisto di un mezzo di trasporto per disabili.
È stato promotore della borsa di studio “Care for Life”, a supporto del servizio di oncologia del distretto Sanitario di Aprilia, e della gara podistica “Run for Emilia” per le popolazioni colpite dal sisma del maggio 2012.

3. Ufficiale Gianpio MINIERI
Già Comandante della Compagnia Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, attualmente Comandante 6a sez. del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Roma.
Nel corso della sua carriera nell’Arma dei Carabinieri, ha dato prova di elevate capacità professionali e morali, dimostrando spiccato acume investigativo in territori ad alto indice di criminalità.
Ha ottenuto diversi encomi, oltre alla Medaglia di Bronzo di Lungo Comando e alla Croce di Argento per l’anzianità di servizio.

4. Ufficiale Angelo PERRONE
Commissario di Polizia a riposo, attualmente presidente della sezione di Avellino dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.
Nel corso della sua carriera, ha ricoperto vari incarichi, dando sempre prova di elevate capacità professionali, ottenendo diverse benemerenze e compiacimenti, oltre alla Medaglia d’Oro al Merito di Servizio e la Croce d’Oro per l’anzianità di servizio militare.
In qualità di rappresentante dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, ha intessuto rapporti collaborativi con altre associazioni, impegnandosi in numerose attività filantropiche.
È, altresì, socio della Confraternita di Misericordia di Volturara Irpina, e dell’associazione donatori volontari della Polizia di Stato.

5. Ufficiale Nicola VICALE
Già Vice Ispettore di Polizia di Stato, ha sempre dimostrato grande dedizione per il proprio lavoro, ricevendo diversi Encomi dal Ministero dell’Interno.
Consigliere dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato dal 2011, ha partecipato a varie iniziative sociali e culturali, distinguendosi per il forte impegno e riscontrando meritevoli apprezzamenti dalle autorità locali.
Nel periodo pandemico ha partecipato ad attività di raccolta dei beni alimentari a sostegno delle persone in difficoltà, oltre ad aver contribuito alla raccolta fondi per generatori elettrici destinati al reparto di pediatria dell’Ospedale di Kiev.

6. Cavaliere LUIGI STEFANO SORVINO
Direttore Generale dell’Agenzia Regionale Per la Protezione dell’Ambiente della Campania.
Già docente universitario in Diritto e Legislazione Ambientale, ha tenuto corsi anche presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione. Avvocato cassazionista, con competenza specializzata in diritto amministrativo e ambientale.
Ha collaborato con le principali autorità giudiziarie della Campania, in coordinamento con le forze di Polizia, per la prevenzione e la repressione di illeciti ambientali, concorrendo alla buona riuscita di importanti operazioni di Polizia.

7. Cavaliere Carmine DE VITO
Vice Ispettore tecnico in servizio presso la Questura di Napoli, ha sempre mostrato un elevato senso del dovere e spiccate doti morali.
Si è particolarmente distinto per le qualità umane, culturali e professionali, con le quali si è approcciato all’attività lavorativa, in diverse regioni della penisola in cui ha prestato servizio.
Offre il proprio contributo all’Associazione Donatori Volontari personale della Polizia di Stato, a cui apporta disponibilità e collaborazione, facendosi promotore di incontri divulgativi per accrescere la cultura della donazione soprattutto tra i giovani.

8. Cavaliere Domenico DI MODUGNO
Sovrintendente Capo Coordinatore della Polizia di Stato in quiescenza, già destinatario di lodi ed Encomi.
Nell’arco della carriera ha svolto il proprio ruolo con professionalità e senso del dovere, sia come “operatore di volante” che presso la squadra Mobile nelle Sezioni Antirapina e Antidroga.
Ha ricoperto l’incarico di segretario economo della Associazione Nazionale Polizia di Stato sez. di Avellino, contribuendo alla devoluzione di fondi per varie attività benefiche.

9. Cavaliere Silvano ROMEO
Luogotenente Carica Speciale dei Carabinieri, assegnato al settore giudiziario del Centro Operativo della direzione Investigativa Antimafia di Roma.
Particolarmente apprezzato per l’efficace collaborazione, l’elevata disponibilità e l’eccellente impegno profuso, ha maturato una significativa esperienza nell’ambito dell’attività svolta.
Determinante per il conferimento di numerosi encomi, si è rivelato il suo contributo nelle diverse attività investigative contro la criminalità organizzata. È, altresì, impegnato in attività associazionistiche di matrice culturale.

10. Cavaliere GIOVANNI FRANCO GALLO
Sottoufficiale in servizio presso il Gruppo Carabinieri Forestali di Avellino, nel corso degli anni si è distinto nel contrasto al rischio incendi, nonché per l’impegno nelle attività di prevenzione e gestione di situazioni di emergenza legate al rischio idrogeologico.
Ha ricevuto, altresì, l’incarico di componente del nucleo di monitoraggio per l’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
Per la sua professionalità e per la dedizione con cui si è prodigato in favore della popolazione colpita dall’emergenza maltempo 2012, ha ricevuto nota di Compiacimento dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
All’interessato è stata conferita anche la Croce d’Oro per l’anzianità di servizio.

11. Cavaliere Salvatore NAPOLITANO
Luogotenente della Guardia di Finanza, già in servizio presso la Tenenza di Baiano quale Comandante della Squadra Operativa Volante.
Ha ottenuto riconoscimento per il grande spirito di appartenenza alla comunità locale e il forte senso del dovere, mostrato in occasione di importanti indagini di polizia tributaria e giudiziaria finalizzate al contrasto delle attività della criminalità organizzata. Tra i vari riconoscimenti ottenuti si ricorda la Croce d’Argento per anzianità di servizio, oltreché il massimo dell’espressione nelle note caratteristiche, riportando la qualifica di eccellente con lode.

12. Cavaliere Antonio GROSSI
Brigadiere della Guardia di Finanza, si è sempre distinto per spirito di sacrificio e lealtà verso i colleghi, dimostrando elevate capacità professionali in complesse e articolate indagini, sia nel contrasto alle truffe ai danni di compagnie assicurative, sia in materia di reati societari e fallimentari.
Si spende in attività d’aiuto dei bisognosi con grande spirito filantropico, si è distinto anche nell’ambito dell’associazionismo, avendo partecipato attivamente alla costituzione del gruppo della Misericordia di Montefredane.

13. Cavaliere Giovanni VISCIONE
Tenente Colonnello già in servizio presso il Centro rifornimento e mantenimento della Caserma Nicola Marselli di Napoli.
Ha partecipato ad una delle più grandi Missioni Militari della storia della NATO, chiamata “Implementation Force”, finalizzata a mantenere la pace nella Ex Jugoslavia.
Si è speso per i cittadini del Comune di Cervinara, colpiti da un importante fenomeno idrogeologico, così come nell’Operazione Gran Sasso in favore della popolazione abruzzese, colpita dal terremoto.
Per il suo elevato impegno e spirito di abnegazione, ha ottenuto un attestato di Benemerenza dal Capo del dipartimento della Protezione Civile e diversi altri riconoscimenti.

14. Cavaliere Ernesto DE FALCO
Luogotenente dell’Esercito Italiano in quiescenza, ha concluso l’attività di servizio presso il 232° Reggimento di Avellino.
Nel corso degli anni ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra i quali anche un attestato di Benemerenza per il soccorso prestato in favore delle popolazioni del Friuli, colpite dal sisma nel 1976.
È socio della Unione Nazionale degli Ufficiali in congedo, con la quale collabora in numerose attività socio-culturali. È parte della locale associazione dei finanzieri d’Italia, oltre ad essere iscritto al Gruppo dei Donatori di Sangue FRATRES di San Michele di Serino.

15. Cavaliere Domenico CERULLO
Docente della Scuola Secondaria in quiescenza. Si è distinto per l’impegno formativo profuso nei confronti delle giovani generazioni, anche al di là delle attività strettamente didattiche. Ha da sempre collaborato con il S.E.R.T. dell’ASL di Avellino, l’Unione Italiana Ciechi, l’ACI, la Polizia Stradale e l’Associazione Familiari e Vittime della Strada, per diffondere la cultura della sicurezza stradale.
È autore di numerose monografie aventi ad oggetto la tutela della salute e della sicurezza sulle strade e sui luoghi di lavoro. Particolarmente attivo anche sul fronte sociale, è impegnato nella difesa delle fasce più deboli della società con l’obiettivo di affermare il principio di pari opportunità.

16. Cavaliere Gennaro RAGOSA
Si è distinto per l’attività svolta presso il Centro di Riabilitazione “Australia”, in particolare in favore dei bambini diversamente abili e per la vicinanza mostrata ai loro familiari. La sensibilità e i valori di solidarietà hanno da sempre contraddistinto il suo impegno lavorativo, trasposto anche per i familiari delle vittime irpine dell’Olocausto e dei Militari locali caduti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *