marted� 23 luglio 2024
Flash news:   Rapina ad Atripalda, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: 4 arresti Rapina, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: i Carabinieri danno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 indagati Evade dai domiciliari: 31enne di Atripalda arrestato dai Carabinieri Atripalda in lutto: oggi l’addio ad Angela Romano de “I Sognatori” Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace

Il volo di palloncini bianchi ed un lungo e commosso applauso nel giorno dell’addio ad Antonio Iannaccone

Pubblicato in data: 25/6/2024 alle ore:16:31 • Categoria: Cronaca

Il volo di palloncini bianchi ed un lungo applauso scandito dalle note della canzone di Baglioni “Mille giorni di te e di ne” per l’addio ad Antonio Iannaccone, scomparso prematuramente a 47 anni.

Soprattutto giovani, hanno preso parte ieri pomeriggio al mesto rito funebre nella chiesa del Carmine.

Un dolore composto ma straziante all’interno della chiesa di via Roma. Sguardi tristi ed attoniti, gli occhi gonfi di lacrime.
In chiesa anche il sindaco Paolo Spagnuolo.
In tanti si sono stretti intorno al dolore della moglie Angela Carpentieri, degli amatissimi figli Lucia e Rocco, alla mamma Rosalba Cesa, al papà Rocco, sl fratello Stefano, ai suoceri Anna e Sabatino e ai parenti tutti.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *