alpadesa
  
Flash news:   Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64)

Mobilità, Di Pietro precisa: “Nessuna fuga del personale dal Comune”

Pubblicato in data: 25/2/2010 alle ore:17:10 • Categoria: ComuneStampa Articolo

elio-di-pietro-ridotta«Nessuna fuga del personale dal Comune di Atripalda», così l’assessore delegato al Personale Elio Di Pietro che ha voluto precisare alcuni punti in relazione alla domanda di mobilità esterna, presentata da alcuni dipendenti del Comune di Atripalda, in risposta ad una richiesta di personale del Tribunale di Avellino, inviata a tutti i comuni della provincia, alle Prefetture e alle Asl territoriali.

Assessore Di Pietro, perché alcuni dipendenti comunali hanno fatto richiesta di avvalersi dell’istituto della mobilità esterna?
«Si tratta di una richiesta del Tribunale di Avellino per coprire la vacanza in pianta organica di circa venticinque unità, distribuite per varie qualifiche. Questa richiesta è stata indirizzata al Presidente della Provincia di Avellino e ai sindaci del circondario oltre che al Direttore generale dell’Asl Avellino, quindi è stata estesa a tutti i dipendenti pubblici della provincia che hanno risposto in massa. Anche alcuni nostri dipendenti hanno ritenuto opportuno partecipare a questa selezione. Quindi, sono migliaia i pretendenti e soltanto venticinque i posti a disposizione, altro che fuga dal Comune».

Quali sono, allora, i motivi che hanno spinto i dipendenti ad aderire a questa richiesta?
«Probabilmente questi pochi dipendenti hanno intravisto nella possibilità offerta dal Tribunale di Avellino, un consistente miglioramento da un punto di vista economico. Passerebbero, infatti, da un contratto degli Enti locali ad uno statale e quindi beneficerebbero dei connessi vantaggi».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *