mercoled� 17 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

Debiti Cosmari, il Comune predispone un mandato di pagamento per circa 221mila euro

Pubblicato in data: 5/3/2010 alle ore:14:46 • Categoria: Comune

emergenza-rifiuti-atripalda«I nostri uffici finanziari hanno predisposto il mandato di pagamento al Cosmari, così come ci è stato richiesto dal Prefetto di Avellino e dal presidente del Consorzio nel corso della riunione che si è svolta in Prefettura», così il sindaco di Atripalda Aldo Laurenzano.
Il mandato di pagamento si aggira su 221mila euro a fronte dei 300mila richiesti dal prefetto Blasco.
 «L’impegno che abbiamo profuso in questa situazione è la testimonianza concreta del duro lavoro che questa Amministrazione e gli uffici comunali stanno svolgendo negli ultimi due anni – continua il sindaco – di fronte ad una grave situazione economica che pure il Cosmari e l’Asa di conseguenza stanno vivendo, sono convinto sia giusto fare un sacrificio collettivo per evitare il blocco di un servizio fondamentale qual è quello della raccolta dei rifiuti. Sono convinto che anche gli altri miei colleghi sindaci riusciranno ad onorare l’impegno assunto nei confronti del Cosmari e dei lavoratori dell’Asa. Tuttavia, come ho già avuto modo di sottolineare, è indispensabile ricercare soluzioni definitive e pretendere anche l’aiuto del Governo centrale, altrimenti non avremmo fatto altro che mettere una pezza ad un problema che si riproporrà con tutta la sua drammaticità tra qualche mese. E nemmeno si può pensare di risolverlo, scaricando oneri e problemi sugli enti locali che stanno vivendo, a livello nazionale, una vera e propria crisi dalla quale è molto difficile uscire».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *