alpadesa
  
Flash news:   Torna il Consiglio comunale ad Atripalda, seduta venerdì 29 novembre. Ecco l’ordine del giorno “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto

Venerdì Santo 18 aprile la XVIII edizione della Via Crucis

Pubblicato in data: 22/3/2014 alle ore:14:48 • Categoria: CulturaStampa Articolo

via-crucis-2014-locandinaCome da tradizione Venerdì Santo 18 Aprile ritorna la XVIII edizione della Via Crucis, la rievocazione storico-religiosa della passione di Cristo organizzata dalla Pro Loco di Atripalda. L’Associazione sta lavorando duramente anche quest’anno per dare vita ad una delle manifestazioni più sentite dagli Atripaldesi. L’evento sarà un momento di raccoglimento e meditazione in preghiera sulle orme del Calvario di Gesù , un insieme di riflessioni legate al mistero della Passione del Cristo, ma allo stesso tempo una spettacolare rappresentazione artistica che dà voce a ragazzi, uomini e donne.
Le suggestioni create dall’ambientazione, l’illuminazione, i brani di musica sacra e classica intercalati da letture sacre tratte dal testo “Quid est veritas?” di Matteo Claudio Zarrella e lo spirito di collaborazione, renderanno possibile il ripetersi della suggestiva Via Crucis vivente di Atripalda che porta i fedeli e chi vi partecipa a riscoprire il valore della meditazione, della ricerca e del folklore locale.
La manifestazione partirà alle 20.00 e sul Sagrato della Chiesa di S. Ippolisto Martire gli abili interpreti della compagnia del Clan H diretti da Lucio Mazza, l’atripaldese Pellegrino Giovino, come da antica tradizione familiare nel ruolo di Gesù Cristo e il padre, Enrico, nei panni del Cireneo, metteranno in scena il processo intentato dal Sinedrio ebraico a Gesù Cristo. La processione, con i soldati romani e i popolani in costume d’epoca, si snoderà lungo le vie del centro storico fino ad arrivare alla ripida salita che porta alla collina di San Pasquale. Qui la tragedia ha il suo epilogo con l’emozionante crocifissione del Cristo accanto ai due ladroni ( interpretati da Sabino Alvino e Nunzio Marrone) ed infine la solenne deposizione del Nostro Redentore.
Un doveroso ringraziamento alla Ditta Atripaldese Miele Giuseppe & Figli che sara’ il Main Sponsor della Manifestazione, ad Enzo Angiuoni che non ha fatto mancare la sua stoffa per il rinnovo delle tuniche dei soldati romani e alla stilista Atripaldese Simonetta Ricciarelli per la preparazione degli abiti e degli accessori.
Chiunque voglia partecipare alla manifestazione come popolano o soldato romano può contattarci sulla Ns pagina Facebook o venire presso la Ns. sede in via Roma 154 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Venerdì Santo 18 aprile la XVIII edizione della Via Crucis”

  1. MARTINA ha detto:

    ke ne volimo fa ‘e ste vie crucis:-> cca ognuno porta a croce sua:-> ciao un ateo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *