alpadesa
  
domenica 22 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

Atripalda piange per Marcello, lacrime e dolore nel giorno dell’ultimo saluto

Pubblicato in data: 19/9/2015 alle ore:00:58 • Categoria: Attualità, CronacaStampa Articolo

IMG_6143Occhi rossi e visi rigati dalla lacrime riempivano la Chiesa Madre di Sant’Ippolisto gremita, ieri pomeriggio, per i funerali del giovane Marcello Cucciniello. La bara, in chiesa dalla sera precedente per la veglia notturna, era ricoperta di fiori bianchi e girasoli e avvolta nella sciarpa biancoverde della curva sud dell’Avellino perché Marcello amava il calcio, la musica, la famiglia e gli amici. Ed erano tanti, tantissimi gli amici che hanno voluto rendere l’ultimo straziante saluto ad un ragazzo che ha lasciato questa vita troppo presto. «Quando all’improvviso si è diffusa la notizia della morte di Marcello, lo sgomento ha avvolto la nostra comunità per un ragazzo stroncato nel pieno della vita strappando via la bellezza, gli ideali e la speranza ma oggi noi siamo qui per dire che la vita non si esaurisce in questa terra», parole colme di affetto quelle di Don Enzo De Stefano durante l’omelia che però non possono alleviare il dolore lacerante dei familiari e quanti in vita hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Il padre Pasquale, avvolto dall’affetto di parenti e dei colleghi Vigili del Fuoco, presenti col Comandante Barbarulo, il sindaco Spagnuolo e diversi amministratori cittadini, è senza più lacrime, affranto, lacerato, straziato da un dolore che non dà pace per l’improvvisa perdita del figlio, più volte ha lanciato grida di dolore e disperazione per una morte che mai troverà un perché. «In questo momento le parole non servono a niente, non riescono a consolare papà Pasquale, mamma Assunta, la sorellina Clarissa, gli zii e tutti i parenti e amici – prosegue Don Enzo -, dobbiamo solo lasciarci all’amore di Dio, il Signore vuole la nostra felicità. Quello che mi ha colpito è la grande partecipazione di voi ragazzi e vorrei augurarvi che tutto questo non sia dettato soltanto dall’onda dell’emozione ma che sia un affetto, un amore ancora più grande e la consapevolezza di amare la vita ancora di più, vivete intensamente nei grandi valori della libertà, del rispetto e dell’affetto che possa il sacrificio di Marcello dare un senso alla nostra vita». Al termine della funzione religiosa la sorella Clarissa ha voluto leggere una lunga lettera indirizzata al fratello: «mi mancherai per sempre ma allo stesso tempo sarai sempre al mio fianco» così come parole di a dolore sono venute dal cuore dello zio Giulio volato per primo in Thailandia per riportalo a casa. Per ironia della sorte i funerali di Marcello si sono svolti nel giorno del compleanno di Gianpaolo l’amico che era in vacanza con lui e che ancora una volta il destino ha voluto tristemente unire: «È arrivato il momento – scrive Gianpaolo -, solo ora mi rendo conto che è uno dei compleanni più belli, per la prima volta, sono io a dirti grazie per il regalo più bello che solo tu saresti stato capace: il tuo sorriso, oggi è il nostro giorno, arrivi sempre al momento giusto». La messa del settimo sarà celebrata nella Chiesa del Carmine domenica alle ore 10:30.
IMG_3951

IMG_6142

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *