alpadesa
  
Flash news:   “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti»

La segretaria Clara Curto lascia Atripalda per Mercato San Severino

Pubblicato in data: 30/9/2015 alle ore:13:03 • Categoria: Comune

clara-curtoLa segretaria comunale Clara Curto (foto) lascia Atripalda per il Comune di Mercato San Severino. I rumors che circolavano a Palazzo di Città da alcuni giorni, dunque, trovano ora conferma. La Curto, dunque, si appresta a cambiare comune prima della scadenza naturale che coincide con il mandato del sindaco Spagnuolo. A volerla a Palazzo di Città fu l’ex sindaco Aldo Laurenzano, l’attuale primo cittadino Spagnuolo la confermò al suo insediamento.

Da Atripalda a Mercato San Severino senza passare per il via… – si legge in una nota pubblicata su Facebook da Raffaele La Sala – Si sarebbe consumato nel pomeriggio di ieri lo psicodramma del trasferimento annunciato della Segretaria Generale Clara Curto… da Atripalda a Mercato San Severino e non faccio davvero fatica ad immaginare i faccini compunti e le ipocrisie di circostanza di Spagnuolo&friends. Insomma, alla fine, tutti contenti…il sindaco che nella dottoressa Curto vedeva ormai (ritengo senza motivo) un ostacolo ai suoi stravaganti disegni politici, il Segretario Generale, visibilmente a disagio nella funzione di ‘garante’ della legge e di una maggioranza sempre più fragile e frenetica, prigioniera delle sue ambizioni e delle sue paure. Una miscela che da tempo minacciava di esplodere, conclusione (peraltro più volte annunciata) di quel riordino dell’apparato burocratico che in tre anni ha portato al disastro burocratico amministrativo dell’Ente, allo smantellamento di interi settori, al demansionamento di un architetto da responsabile dell’Urbanistica ad impiegato di anagrafe ed altre amenità dei quali la cronaca è piena. Non sono in discussione le qualità e la professionalità della dottoressa Curto, ma il suo trasferimento a Mercato San Severino forse potrà restituirle, in un contesto di eccellenza (che peccato… una volta era Atripalda tra le eccellenze amministrative della Campania), uno stile nella funzione, quotidianamente compromesso dalla mediocrità di scelte tortuose, contraddittorie ed inefficaci. Sbaglia chi ritiene che il percorso di Spagnuolo&friends ne possa trarre qualche giovamento. Anzi da oggi saranno persino più soli“.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Solidarietà alimentare, il gruppo “Noi Atripalda” chiede al sindaco l’immediata convocazione per la distribuzione adeguata delle risorse

Il Gruppo consiliare “NOI ATRIPALDA”, nel ribadire la propria disponibilità a collaborare con la maggiorarnza consiliare in questo momento di Read more

Comune, al via la selezione per dodici volontari al servizio civile. Ecco i 53 aspiranti

Settimana decisa per la selezione di 12 volontari da impiegare nel progetto “G.A.I.A –giovani e animali per l’Irpinia nell’ambiente” al Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *