alpadesa
  
Flash news:   Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante Messa in suffragio del priore Giovanni Iannaccone questo pomeriggio nella chiesa di San Nicola da Tolentino Emergenza climatica, assemblea pubblica ieri sera nell’ex sala consiliare: il Comune pronto ad accogliere la richiesta di Idea Atripalda. Foto Conclusi i lavori di rifacimento del manto stradale in via Manfredi e via Tufarole. I cittadini chiedono la sistemazione dei marciapiedi. FOTO Riammesse al gratuito patrocinio dopo quattro sentenze di proscioglimento emesse da quattro Gup diversi Inaugurata la statua di Padre Pio a via Marino Caracciolo. Foto «Cimarosa Young Sinfonietta», sabato 12 ottobre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Martire

Referendum – No alla Riforma, l’Udc di Atripalda domani con De Mita e Tremonti

Pubblicato in data: 14/10/2016 alle ore:22:05 • Categoria: Politica, UdcStampa Articolo

udc-italia-logoIl comitato per il No alla Riforma organizza per sabato 15 ottobre alle ore 16 presso il centro sociale Samantha della Porta di Avellino un incontro a cui parteciperanno come relatori Felice Besostri, avvocato costituzionalista, Guido Calvi, presidente del Comitato per il No istituito da Massimo D’Alema di cui fanno parte ben 56 costituzionalisti, esponenti della società civile, artisti, intellettuali, scienziati, cantanti; Giulio Tremonti senatore ed ex Ministro dell’economia e delle finanze.

Concluderà l’incontro l’On.le Ciriaco De Mita, sindaco di Nusco, ex presidente del Consiglio e colonna storica della Democrazia Cristiana, moderatore sarà Generoso Picone direttore del “Mattino” di Avellino.

“Durante l’incontro – si legge in una nota – i relatori oltre a spiegare la ragioni per il no metteranno in evidenza come il fronte del NO alla riforma Costituzionale sia cresciuto tanto da rendere contendibile il risultato referendario e quanto importante sia vincere e bloccare la pessima modifica della Costituzione che questo governo ha fortemente voluto e fatto approvare da un parlamento succube e sulla cui legittimità ci sono seri dubbi, visto che è stato eletto con una legge dichiarata incostituzionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *