alpadesa
  
Flash news:   Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia Messa in sicurezza del parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda: impegno di spesa per l’affidamento della prestazione del rilievo topografico Ciclismo: la litoranea salernitana fa da sfondo al primo raduno collegiale Estorsione ai danni di un bar di Atripalda, rinvio a giudizio per un 28enne del luogo Riapertura scuole in Campania, De Luca annuncia l’ordinanza: «Superiori aperte da lunedì 1 febbraio» Appropriazione indebita, arrestato dai Carabinieri un 40enne di Atripalda colpito da mandato europeo

Così non va – indumenti abbandonati fuori dai cassonetti, proteste

Pubblicato in data: 7/12/2018 alle ore:13:00 • Categoria: Così non va

“Spettabile Redazione,
volevamo segnalare come è evidente dalle foto allegate, lo spettacolo poco edificante che siamo costretti a vedere settimanalmente davanti questo cassonetto raccogli indumenti, posto in via Appia di fronte alla farmacia S.Rita, che puntualmente viene manomesso per sottrarne il contenuto e che è diventato anche discarica di altri oggetti che nulla hanno a che vedere con il vestiario.

I residenti chiedono all’Amministrazione o a chi di competenza una maggiore vigilanza oppure di delocalizzare lo stesso in altra zona, saluti”.

Questo è quanto si legge nella missiva inviataci da un residente della zona.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *