domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

Il sindaco ordina la manutenzione delle siepi sporgenti su strade ed aree pubbliche da giugno a settembre

Pubblicato in data: 17/5/2019 alle ore:07:30 • Categoria: ComuneStampa Articolo

Il sindaco ordina la manutenzione delle siepi sporgenti su strade ed aree pubbliche entro gli inizi di giugno e fino al 30 settembre, pena multe fino a 680 euro.
«Periodicamente ed in maniera ricorrente  – scrive il primo cittadino Giuseppe Spagnuolo – pervengono segnalazioni da parte di cittadini circa lo stato di incuria e abbandono di aree edificabili e non, di proprietà privata, posti sia all’interno che allsterno del centro abitato. Un fenomeno di degrado che reca pregiudizio, oltre che all’igiene pubblica, anche al decoro urbano, alla dignità della comunità locale e dell’Amministrazione, generando un naturale scadimento nella percezione della qualità e dell’immagine della città». L’ordinanza sindacale obbliga così tutti i proprietari delle aree che versano in stato di abbandono a provvedere entro gli inizi di giugno alla manutenzione e pulizia delle aree e degli immobili privati nelle zone residenziali e nei centri abitati e pulizia di fossi, scarpate e siepi sporgenti s strade ed aree pubbliche.

Così dovranno tenere i terreni sgombri di sterpaglie, cespugli, rovi, erbe infestanti, da immondizie e rifiuti in genere mantenendo le aree di loro proprietà pulite ed in perfetto ordine. Provvedere alla manutenzione di siepi, alberi e piante e di effettuare idonea manutenzione sulle facciate esterne degli immobili, al fine di garantire il decoro e l’immagine delle stesse, ma soprattutto a tutela della pubblica e privata incolumità. Si dovrà procedere anche alla pulizia e manutenzione di immobili disabitati, cantieri edili e opifici.

Altro aspetto contenuto nell’ordinanza è il divieto dal 15 giugno al 30 settembre di ogni azione che possa determinare l’innesco d’incendio boschivo, ritenendo responsabili i proprietari per i danni che eventualmente si verificheranno per negligenza ed inosservanza delle disposizioni.
Per i proprietari che non ottemperano a quanto richiesto, «verrà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 fino a 500 euro. Nel caso di mancato sfalcio e diserbo di aree incolte interessanti fronti stradali di pubblico transito, sarà elevata una sanzione da 169 a 680 euro, così come determinata ai sensi dell’art. 29 del Codice della Strada». Toccherà alla Polizia municipale il compito di controllare l’osservanza dell’ordinanza.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *