alpadesa
  
domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

“Abellinum. Piano per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dell’antico centro irpino”, mercoledì conferenza stampa nella Sala Consiliare

Pubblicato in data: 18/5/2019 alle ore:14:46 • Categoria: ComuneStampa Articolo

Conferenza Stampa 22 maggio 2019 – ore 11 Sala Consiliare del Comune di Atripalda (AV). Il progetto ‘Abellinum. Piano per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dell’antico centro irpino’, nasce da una collaborazione tra la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino-MiBAC, il Comune di Atripalda (AV) e il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DiSPaC dell’Università degli Studi di Salerno.

Nell’ambito di un articolato programma pluriennale finalizzato allo studio, alla tutela e alla valorizzazione, dell’antico centro e del suo territorio, le Parti intendono affrontare le importanti problematiche storico-archeologiche ancora aperte, la promozione dei programmi di conoscenza, valorizzazione e riqualificazione dell’area archeologica attraverso ricerche di archivio e bibliografiche, ricognizioni archeologiche e geomorfologiche, in previsione anche di future indagini di scavo.

Al progetto, diretto dal prof. Alfonso Santoriello coadiuvato dal prof. Giacomo Pardini e con il supporto della prof.ssa Aurora Egidio del DiSPaC, collaboreranno attivamente il Dipartimento di Farmacia (DIFARMA), per la cura e la gestione del patrimonio vegetale, il Dipartimento di Ingegneria Civile (DICIV), per i rilievi tridimensionali dell’area, e altri Istituti di ricerca sovranazionali. Per la Soprintendenza, le attività saranno seguite dal Funzionario archeologo dott.ssa Silvia Pacifico.

Intervengono

Ing. Giuseppe Spagnuolo

Sindaco di Atripalda (AV)

Arch. Francesca Casule

Soprintendente ABAP Salerno e Avellino

Dott.ssa Silvia Pacifico

Funzionario archeologo Soprintendenza ABAP Salerno e Avellino

Prof. Luca Cerchiai

Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale (UNISA)

Prof. Alfonso Santoriello

Docente di Archeologia dei Paesaggi (UNISA)

Salvatore Antonacci

Consigliere Delegato all’area archeologica Abellinum (Comune di Atripalda)

Prof.ssa Rita Patrizia Aquino

Prof. Ordinario del DIFARMA (UNISA)

Prof.ssa Aurora Egidio

Docente di Storia del teatro e dello spettacolo (UNISA)

 

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *