alpadesa
  
Flash news:   Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda

Coronavirus, il gruppo consiliare “Noi Atripalda”: “chiarezza sulla distribuzione dei pacchi alimentari”

Pubblicato in data: 8/4/2020 alle ore:10:31 • Categoria: Attualità, Politica

Con la presente nota ci preme, ancora una volta, apprezzare il notevole e lodevole lavoro (di donne e uomini) operatori della Protezione Civile di Atripalda, impegnati quotidianamente nella gestione dell’emergenza e coadiuvati anche dai volontari dell’associazione IDEA Atripalda.

Non possiamo, tuttavia, non raccogliere le preoccupazioni, apparse sui social circa la corretta distribuzione di una parte delle derrate alimentari, donate al Comune da aziende private.

A tal proposto inoltriamo all’Amministrazione i quesiti posti da numerosi concittadini.

Quali sono i criteri di individuazione dei soggetti beneficiari dei pacchi alimentari?
Come mai si leggono post social di ringraziamenti ad personam, rivolti al singolo assessore?
Chi sta distribuendo, oltre alla Protezione Civile, i pacchi alimentari, visto che ci segnalano la presenza di figure non meglio identificate?
Come mai l’e-mail del Comune, dedicata alla ricezione delle domande di assegnazione “buoni spesa”, è andata in tilt a distanza di poche ore dall’apertura dei termini, respingendo le richieste dei cittadini e, per lo più senza alcun avviso dell’amministrazione tale da evitare che qualcuno, ignaro, resti tagliato fuori?
Come mai l’avviso relativo al progetto “Andrà tutto bene”, sottoscritto dal Sindaco e Assessore alle politiche sociali, è stato pubblicato il 1° aprile quando i fondi erano già esauriti? Sarà unpesce d’aprile”?

Auspichiamo che gli amministratori, anzichè preoccuparsi di posare a mo’ di “selfiesti” accanto alle donazioni ricevute dal Comune dagli operatori economici privati, assicurino la massima trasparenza nella distribuzione e celerità nella individuazione degli aventi diritto (relativamente al bando “buoni spesa” in imminente scadenza).

A tal proposito confidiamo nella delegata alla Protezione Civile, affinchè, insieme al Sindaco, coordinamento le attività di distribuzione delle derrate alimentari e dei buoni spesa, vista la specifica attinenza della sua delega.

Ci preme evidenziare la nostra contrarietà a qualunque forma di azione volta allo sfruttamento del bene pubblico per soli scopi propagandistici personali. Cosa diversa sarebbe operare per soddisfare esigenze della comunità mettondo mano al proprio portafoglio!

Rassicuriamo tutti i cittadini che, così come previsto dal nostro ruolo di consiglieri comunali, verificheremo con puntualità, l’applicazione dei criteri per l’assegnazione dei “buoni spesa”.

Il Gruppo Consiliare “Noi Atripalda”

Fabiola Scioscia

Maria Piacariello

Francesco Mazzariello

Domenico Landi

Paolo Spagnuolo

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *