Flash news:   “Festa dei Popoli”, l’affondo di Giovanni Ardolino: “solo vetrina propagandistica di certa sinistra italiana e atripaldese” Truffatore seriale napoletano arrestato dai Carabinieri di Atripalda “Uno stile di vita come prevenzione e cura”, domani sera convegno nella chiesa di San Nicola da Tolentino “Irpinia, Musica e Castelli” di scena ad Atripalda sabato con un concerto nella chiesa madre Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda Concerto “New Ensemble Toscanini” venerdì 15 dicembre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Al via il cartellone degli eventi “A Natale…Vivi Atripalda” promosso dall’Amministrazione tra pista sul ghiaccio, musica e notti bianche lungo il fiume Sabato. L’assessore Urciuoli: “ventinove iniziative per la città” Rinviato a giudizio l’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Vincenzo Salsano Gli auguri del capogruppo consiliare Paolo Spagnuolo a Raffaele Pipola: lunedì sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Serie C, l’Atripalda Volleyball cade contro i Colli Aminei. Mercoledì torna la Coppa Campania

L’Udc replica all’ex segretario Malavena, De Vinco: “Fu il Pd a chiedere maggiore rappresentanza in Giunta, noi opposizione responsabile. La sua insoddisfazione? amministratori democrat incapaci”

Pubblicato in data: 1/6/2016 alle ore:20:30 • Categoria: Politica, UdcStampa Articolo

Udc, segretario Nino De VincoEgregio Direttore
In merito all’intervista rilasciata al tuo giornale online dall’ex segretario PD Gerardo Malavena, mi corre l’obbligo, senza alcuna vena polemica, chiarire e rettificare alcuni aspetti contenuti nella stessa.

Non è affatto vero che il passaggio all’opposizione dell’UDC creò le condizioni per un rimpasto in giunta.

E’ vero il contrario.

Fu il PD a chiedere  una maggiore rappresentanza in giunta incrociando e supportando la  volontà personale del Sindaco di premiare i consiglieri comunali usciti come lui dall’UDC; secondo il PD il passaggio di alcuni consiglieri tra le loro fila (qualcuno addirittura proveniente dall’opposizione) era motivo valido per ottenere un riconoscimento che  invece l’elettorato  aveva loro negato  (eletti solo due consiglieri su 16).

In quella fase,  i nostri consiglieri comunali, di cui due in giunta,  di fronte all’offerta per un assessorato,  decisero di rinunciare alla “poltrona”, continuando, per senso di responsabilità, a sostenere la maggioranza.

Ne sono a testimonianza i  provvedimenti proposti dalla maggioranza, che vedeva in giunta già tre assessori PD,  approvati anche con i voti dei Consiglieri Comunali UDC.

Solo dopo qualche tempo, quando la maggioranza cominciò a deliberare provvedimenti poco chiari , vedi ad esempio la questione vendita del Centro Servizi, e a smembrare l’assetto amministrativo dell’ente, i nostri Consiglieri Comunali assunsero il ruolo di opposizione responsabile e non a prescindere.

Il “palese grado di insoddisfazione che si percepisce chiaramente all’interno della collettività”  denunciato da Malavena è solo ed esclusivamente il frutto di un’amministrazione  a guida PD con amministratori incapaci e  non all’altezza del ruolo che ricoprono.

In politica e nella buona amministrazione non è solo questione  di “quantità “.

Stenderei infine un velo pietoso sulle vicende e gli atteggiamenti  di alcuni consiglieri comunali, Sindaco in primis, che li hanno portati a lasciare l’UDC, partito che li aveva candidati e contribuito ad eleggere.

IL SEGRETARIO UDC ATRIPALDA

Nino De Vinco

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 3,75 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 Risposte »

  1. Come vi sparate addosso.
    Coerenza, coerenza. Cinque anni fa, alla Regione stavate con Caldoro, adesso con De Luca.
    Questi salti di quaglia, non sono ben visti dagli elettori.
    O si sta a destra, o a sinistra. Scegliete voi.

  2. Politici di Atripalda, siete proprio messi male.

  3. MIO CARO AMICO SONO D’ACCORDO CON TE QUELLI SONO DEGLI INCOSCIENTI CHE SANNO FARE SOLO CHIACCHIERE E UN PO’ DI MOVIMENTO MENTRE NOI DOBBIAMO SUBIRE I DURI CONTRACCOLPI DELLA CRUDA REALTA’ DI OGNI GIORNO(SONO FIERO DI ESSERE DELLA CROCE NON QUELLA LIBERTAS MA BENSI DELLA MONARCHIA SABAUDA CHE TANTO HA FATTO PER DARCI UN’ITALIA PIU UNITA E SOLIDA

  4. SU UN COSA SI PUO’ CONCORDARE CON LEI SIG SEGRETARIO,CHE SE IN QUESTA AMMINISTRAZIONE C’E’ UNA FORZA POLITICA RESPONSABILE DI TUTTO TIENE UN PRECISO NOME E COGNOME E SI CHIAMA P.D.,MAGGIORANZA IN GIUNTA,IN CONSIGLIO. VICE SINDACO .

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it