alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

CSS/A6, don Antonio Mazzi e la Fondazione Exodus giovedì al castello di San Barbato

Pubblicato in data: 29/3/2011 alle ore:08:13 • Categoria: Sociale

exodusCi sarà anche la Fondazione Exodus di Cassino giovedì 31 marzo al castello di san Barbato di Manocalzati in occasione della conferenza di don Antonio Mazzi organizzata dal Consorzio dei Servizi Sociali A6.
Particolarmente significativa la presenza dei volontari della fondazione di Exodus che venne istituita da don Mazzi quando comincio ad occuparsi direttamente delle problematiche legate all’educazione e al disagio.
Nata nel 1984, La Fondazione si propone di aiutare la persona ad essere se stessa, ad avere condizioni di autonomia fisica, psichica, spirituale, economica e sociale.
Dopo una prima esperienza nella periferia milanese, Exodus ha dato avvio al “Progetto Carovana“: cinque camper hanno girato nove mesi in lungo e in largo per l’Italia. In seguito sono nate le prime comunità rivolte all’accoglienza di giovani fragili.
Nell’ambito dell’iniziativa che si giovedì 31 marzo si terrà a Manocalzati i volontari della comunità Exodus di Cassino allestiranno alcuni spazi per illustrare le iniziative e le attività della Fondazione e, naturalmente, per promuovere e far conoscere la missione che ormai da molti anni con passione e impegno si porta avanti in Italia e all’estero.
Abbiamo accolto con molto piacere la disponibilità della Fondazione Exodus – dichiara il dott. Carmine De Blasio, direttore del Consorzio A6 di Atripalda – a partecipare all’iniziativa di Manocalzati. Avremo la possibilità di conoscere meglio l’ esperienza di Exodus e il lavoro così impegnativo che da anni porta avanti in tutta Italia e nello stesso tempo rappresenterà una simbolica cornice per la conferenza di don Antonio Mazzi sul tema dell’educazione dei figli e del ruolo del padre nella famiglia“.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
CSS/A6, don Antonio Mazzi conclude la “Scuola per Genitori”

Sarà don Antonio Mazzi a concludere il ciclo di cinque conferenze nell'ambito della Scuola per Genitori voluta ed organizzata dal Read more

Consorzio SS/A6, definito il calendario delle cinque conferenze della “Scuola per genitori”

È stato ufficializzato il calendario delle cinque conferenze della "Scuola per genitori", la nuova iniziativa assunta dal Consorzio dei Servizi Read more

Telecontrollo, telesoccorso e monitoraggio continuo: le azioni del CSS/A6 per l’emergenza neve

Proseguono gli interventi posti in essere dal Consorzio dei Servizi Sociali A6 in occasione della straordinaria ondata di maltempo che ha Read more

Ritardo nel pagamento dei fondi regionali, a rischio chiusura l’asilo nido “L’Albero dei Piccoli”

Ritardo nel pagamento dei fondi regionali, a rischio chiusura l'asilo nido "L'Albero dei Piccoli" di Atripalda. Porte e finestre sbarrate Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *