alpadesa
  
Flash news:   Seconda edizione della cinerassegna invernale “Agguattiti buono!”: domani sera la presentazione Avellino, il centrocampista Tomas Federico è un nuovo tesserato Vince la lista “Insieme si può” di Lia Gialanella al Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda per l’elezione della componente genitori nel Consiglio d’Istituto Estraggono 800 metri cubi di pietra dal fiume Sabato: la Forestale mette i sigilli L’Atripalda Volleyball batte Martina e consolida il settimo posto Oggi il Giorno della Memoria per non dimenticare la tragedia della Shoah Non basta Micovschi, finisce 1-1 col Picerno Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende

La nota – Dare risposte concrete

Pubblicato in data: 18/5/2011 alle ore:19:09 • Categoria: EditorialiStampa Articolo

punto-interrogativoLa crisi politico-amministrativa in atto al Comune di Atripalda, tra instabilità e incertezza, non fa bene alla città e ai bisogni della gente. L’azzeramento della giunta di centrosinistra a seguito dell’azione intrapresa dal Partito Democratico ha aperto una fase di grande incertezza. Gli effetti della crisi stanno avendo una forte ricaduta su provvedimenti che dovevano essere approvati nel corso di questo scorcio di fine consiliatura. Penso alla Bilancio di previsione in perenne deficit, alla questione parcheggi, alla vertenza mercato e agli atavici problemi delle periferie come Alvanite, alla stesura di un Puc che metta nero su bianco finalmente nuove opportunità di sviluppo socio-economiche per la città, ai progetti di rilancio e valorizzazione del territorio rimasti per l’ennesima volta ancora sul tavolo. Occorre perciò, superata la tempesta, sottoscrivere un patto di fine consiliatura con pochi punti certi e alla portata, attraverso la costruzione di un documento condiviso dalle forze politiche di maggioranza con il quale dare valore e forza, attraverso i contenuti questa volta e non la spartizione delle poltrone, ad una nuova etica della politica e a nuova credibilità delle istituzioni. La città, già di per sé sofferente, ha bisogno di stabilità di governo che restituisca fiducia e speranza ai cittadini. Se queste garanzie non dovessero sussistere allora meglio il voto anticipato per riavviare così un’azione che restituisca davvero valore alla politica. Non è qui il momento di fare un bilancio dell’amministrazione Laurenzano, di quello che poteva essere e che non lo è stato alla fine. Un’amministrazione apparsa il più delle volte in questi anni travolta dagli eventi. Ma gli effetti negativi di questa crisi appaiono evidenti. A partire dall’arresto di un cammino di sviluppo vero del territorio comunale segnato dalle troppe occasioni perse, come denunciato più volte su queste colonne, negli interventi di voci autorevoli. Perciò occorre dare risposte concrete, prima che sia troppo tardi.

A.P.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *