alpadesa
  
Flash news:   Due goal per tempo e l’Avellino piega la Vis Artena Vucinic: “stiamo attraversando un periodo difficile” Venezia piega la Scandone per 76 a 65 Si amplia la sosta a pagamento in via Appia: strisce blu in arrivo dalla rotatoria della Maddalena fino al passaggio a livello. L’assessore Musto: “tutelati residenti e commercianti” “Lettera aperta a mio padre”, Luigi Caputo ricorda commosso il papà Pasquale Giornate FAI di Primavera, appuntamento oggi e domani: Abellinum e Specus in mostra Colpisce con un calcio il compagno di scuola mandandolo in ospedale Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie

Visita degli alunni di Agropoli a “La Casa di Adele”

Pubblicato in data: 15/6/2011 alle ore:14:31 • Categoria: SocialeStampa Articolo

foto_visita casa di adeleLa Casa di Adele, la comunità terapeutica residenziale dell’Asl Avellino, sita ad Atripalda, apre le porte alle scolaresche. Infatti, gli alunni della Scuola Secondaria Statale di I grado “Gino Rossi Vairo” di Agropoli, dopo l’arrivo presso il Centro di Accoglienza Acli di Atripalda, dove si è svolto un incontro con gli operatori dell’Unità Operativa di Salute mentale del locale Distretto sanitario, hanno visitato la Comunità residenziale dell’Asl che ospita pazienti psichici.
Nel corso dell’incontro, il dottor Antonio Tomasetti, direttore dell’Unità Operativa di Salute Mentale del Distretto sanitario di Atripalda, ha esposto agli alunni i temi riguardanti la Salute Mentale e ha illustrato le attività che si svolgono presso il Centro e sul territorio, oltre a spiegare le attività di riabilitazione e il reinserimento dei pazienti nelle proprie famiglie e nella società.
La scolaresca ha poi fatto conoscenza con gli ospiti della Comunità terapeutica e visitato i laboratori del Centro dove si svolgono le attività manuali e artistiche. Gli alunni sono stati accompagnati dalla professoressa Cristiana Di Giuseppe e dal professor Fedele Ciccarino.
La visita alla Casa di Adele e l’incontro con gli operatori e gli ospiti della struttura di Atripalda – ha ricordato la professoressa Di Giuseppe – rientra in uno specifico Progetto Pon incentrato sulla legalità e sulla lotta allo stigma, denominato ‘Legali al Sud’. I nostri alunni, che frequentano la prima e la terza media sono rimasti davvero entusiasti per accoglienza e per la visita alla Comunità“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *