alpadesa
  
Flash news:   Il senatore Ugo Grassi lascia il M5S e passa alla Lega Si rinnova domani l’appuntamento con la tradizione centenaria dei Cicci di Santa Lucia Futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità di Atripalda, parla il sindaco Spagnuolo: «L’iniziativa è a favore dei più bisognosi e si farà utilizzando solo pochi locali. Ringrazio la Fondazione. Come Comune assicureremo attività di controllo e monitoraggio» Giorgia Casaburi e Pasquale Piscitelli vice campioni italiani 2019 di Taekwondo L’associazione di promozione sociale “L’Argine APS” in campo con una raccolta di beni per i detenuti Il futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda accende il dibattito in città Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS Accusa un malore mentre attraversa la strada ad Atripalda: paura ieri in via Gramsci Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato

Contratto rifiuti, il Comune chiede ad Irpiniambiente una rinegoziazione del capitolato generale per abbattere costi e tassa

Pubblicato in data: 6/3/2015 alle ore:10:00 • Categoria: ComuneStampa Articolo

raccolta-porta-a-porta-atripalda2Il Comune del Sabato bussa ad Irpiniambiente per chiedere una rinegoziazione del capitolato generale dell’appalto sui rifiuti per arrivare così ad un abbattimento della tassa. E’ quanto deciso nell’incontro svolto presso l’Utc tra i rappresentanti dell’Amministrazione Spagnuolo ed i tecnici comunali che hanno deciso di avanzare, alla luce dei risultati raggiunti nella raccolta differenziata, alla società provinciale pubblica che gestisce in Irpinia la raccolta nei comuni. Una modifica del capitolato sottoscritto per ottenere una diminuzione dei costi che gravano sulle tasche dei contribuenti atripaldesi.
«Nell’incontro all’Ufficio tecnico insieme all’assessore all’Ambiente, a quello al Bilancio ed al funzionario del settore Tributi  – spiega il sindaco Spagnuolo – abbiamo analizzato tutto il capitolato generale dell’appalto sui rifiuti firmato con Irpiniambiente per verificare una serie di interventi di modifica di quel capitolato volti sostanzialmente a ridurre i costi complessivi. Abbiamo individuato una serie di iniziative da sottoporre in sede di rinegoziazione alla società provinciale. Una riunione fruttuosa perché riteniamo che visto anche la buona percentuale di raccolta differenziata raggiunta in città sia arrivato adesso il momento di dare anche un segnale ai cittadini volto alla riduzione del costo generale dell’appalto. Abbiamo perciò individuato una serie di iniziative che sottoporremo ad Irpiniambiente e vedremo se li accetterà. Confidiamo in ciò perché così quando andremo a calcolare le tariffe, terremo conto di queste prevedibili riduzioni».
A breve dovrebbe partire anche il bando per la realizzazione del Centro di raccolta di rifiuti sito a contrada Valleverde e finanziato dalla Regione Campania con i fondi POR-FESR 2007/2013, attraverso i quali il Comune del Sabato ha ottenuto un contributo di 171.517,71 euro ai quali l’ente dovrà aggiungere 41 mila euro. Nel centro, dotato di tutti i più attuali sistemi di sicurezza e di videosorveglianza, non avverrà alcun tipo di lavorazione dei rifiuti, ma solo la semplice raccolta di carta, vetro, plastica, alluminio, tutti i tipi di rifiuti solidi urbani. Inoltre presso tale impianto sarà possibile conferire rifiuti ingombranti, Raee, olii esausti, batterie. «Una mini isola ecologica  che consentirà ad Atripalda di avere una percentuale di raccolta differenziata ancora più alta per arrivare ad una riduzione dei costi che sono in funzione della percentuale di raccolta. Questo ora si aspettano i cittadini virtuosi che stanno rispettando la raccolta differenziata. Ora siamo nelle condizioni di poter fare il bando – prosegue il primo cittadino – per trovare la ditta che possa realizzare il progetto. Abbiamo tempi piuttosto ristretti fortunatamente e quindi dobbiamo procedere».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Contratto rifiuti, il Comune chiede ad Irpiniambiente una rinegoziazione del capitolato generale per abbattere costi e tassa”

  1. cittadino ha detto:

    Per i soldi Che ci costa Irpinia ambiente, ( servizio insufficiente ) si potrebbe dar da mangiare a 7- 8 famiglie nel seguente modo:
    Acquistare 2 mezzi per il ritiro dei rifiuti con l’assunzione di due autisti, 5 – 6 netturbini per pulizia strade, e fare contratti con remunerazione del vetro, della plastica, dell’umido ecc.ecc. Va senza dire che bisogna avere a disposizione anche la discarica per lo smaltimento.

  2. dino ha detto:

    Bravo Cittadino.
    Ma tu pensi che questi hanno pensato a quello che tu hai proposto che è cosa buona e giusta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *