alpadesa
  
sabato 23 marzo 2019
Flash news:   Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Calcio, l’Abellinum cala il tris Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO

Si avvicina la riapertura dopo anni di via Orto dei Preti, studio di fattibilità necessario per il ponte su via Santi Sabino e Romolo

Pubblicato in data: 1/5/2018 alle ore:08:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Si avvicina la riapertura dopo anni di via Orto dei Preti e mentre l’Amministrazione attende uno studio di fattibilità per la riapertura del ponte su via Santi Sabino e Romolo.
Conclusi i lavori di messa in sicurezza della storica dimora di Salita Palazzo, appartenuta alla famiglia Caracciolo, sono iniziati da giorni i lavori per consentire la riapertura della vicinale Orto dei Preti, chiusa al traffico veicolare dalla nevicata del 2012, che ha creato finora non pochi disagi a residenti e automobilisti.
L’intervento prevede la recinzione dell’area di Palazzo Caracciolo e la sistemazione del manto stradale. Concluso l’intervento si potrà procedere  alla riapertura della comunale Orto dei Preti, chiusa a seguito di ordinanza sindacale a causa della forte nevicata del marzo 2012 che portò alla rottura di un ramo di uno dei due cedri monumentali che si trovano nei giardini della nobile dimora. Il ramo provocò il crollo di una parte della copertura in tegole dello storico edificio.
Più lunghi appaiono invece i tempi per l’apertura al traffico di via Santi Sabino e Romolo in un solo senso di marcia, procedendo in entrata da via Aversa ed in uscita su via Circumvallazione. Un’idea per decongestionare il traffico sulla quale aveva già lavorato la precedente Amministrazione per garantire un minore inquinamento sul tratto viario che va da piazza Umberto I a via Manfredi fino a via Circumvallazione.
Via Santi Sabino e Romolo è una stradina che dà su piazzetta Giovanni XXIII in via Circumvallazione e che con la riapertura consentirebbe il collegamento tra la stessa piazzetta e via Aversa.
«La sua riapertura va approfondita con una valutazione con uno studio di fattibilità – illustra il sindaco Geppino Spagnuolo -. Occorre preliminarmente,  come già disposto in passato, la redazione di un completo studio di fattibilità sulla sistemazione viaria di piazza Giovanni XXIII che dà su via Circumvallazione. La strada non può aprirsi subito in quanto non c’è sicurezza pedonale e si aprirebbe una strada all’interno di un’area a parcheggio.  Bisogna fare perciò una valutazione completa attraverso uno studio di fattibilità sia sulla sistemazione complessiva dell’area, sui costi necessari, sulla sicurezza dei pedoni visto che ci sono accessi a palazzi e sulla ricaduta rispetto alla certa riduzione di posti auto a parcheggio in una zona di per se già carente.  Uno studio  di fattibilità che metteremo in campo compatibilmente con le altre priorità che abbiamo da fare come parte tecnica. Solo con lo studio alla mano ci regoleremo sulla possibilità o meno di riapertura al traffico del ponte e sui costi necessari. Questi sono i passi da fare. Va valutata poi anche la possibilità di uscita su via Circumvallazione».
Sul ponticello, chiuso al transito per decenni da una vecchia sbarra di ferro che ha rappresentato uno spartiacque tra la traversa di via Aversa e la commerciale via Circumvallazione, oggi sono collocati dei paletti dissuasori. Una storia lunga decenni è mai risolta, ritornata agli onori della cronaca cittadina anni fa quando con una clamorosa protesta, con tanto di auto messe di traverso, i commercianti della zona tennero un sit-in di protesta proprio sul ponte affinché la strada fosse riaperta al transito della auto. Per la riapertura furono raccolte anche delle firme.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Si avvicina la riapertura dopo anni di via Orto dei Preti, studio di fattibilità necessario per il ponte su via Santi Sabino e Romolo”

  1. Alberto Alvino ha detto:

    Che senso ha pubblicare questo commento dopo cinque giorni. Domani passera’ in archivio. Rimane solo il mio compiacimento per aver detto quello che penso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *