alpadesa
  
Flash news:   Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità Efficientemente energetico, la richiesta di “Idea Atripalda” per il Comune del Sabato Air Trasporti, riattivate le corse urbane nei giorni festivi sulle linee di Atripalda e Mercogliano Torna lo scontro politico tra maggioranza e opposizione nella prima seduta di Consiglio comunale dopo quattro mesi di stop. L’ex sindaco: “una scorrettezza questa convocazione” e il primo cittadino:”i punti in discussione li decido io non i social”

Coronavirus, l’ex primo cittadino Paolo Spagnuolo replica alla conferenza stampa del sindaco: «Alla faccia della democrazia, questa è vera e propria sconnessione dalla realtà con atteggiamenti dittatoriali molto discutibili»

Pubblicato in data: 7/5/2020 alle ore:08:00 • Categoria: Attualità, Politica

«Alla faccia della democrazia, questa è vera e propria sconnessione dalla realtà con atteggiamenti dittatoriali molto discutibili». E’ il nuovo affondo dell’ex sindaco Paolo Spagnuolo che replica alle dichiarazioni pronunciate dal sindaco Giuseppe Spagnuolo durante la conferenza stampa di sabato scorso a Palazzo di città. Un incontro la stampa voluto dal primo cittadino unitamente al Coc, durato oltre un’ora, durante il quale la fascia tricolore si è difeso dalle critiche piovutegli dal gruppo consiliare “Noi Atripalda” nella gestione in città dell’emergenza da Covid-19, ma ha anche poi attaccato duramente l’opposizione accusandola di «dire falsità».
E non si è fatta attendere la risposta dell’ex primo cittadino, attraverso un lungo post sulla propria pagina di Facebook, che certifica le distanze e il livello di scontro tra i due Spagnuolo, l’attuale sindaco e il suo predecessore.
«Il Sindaco annuncia la conferenza stampa per informare i cittadini e gli esercenti commerciali sulle misure e i comportamenti da tenere nei prossimi giorni – scrive Paolo Spagnuolo -. In realtà utilizza buona parte della stessa per polemizzare con l’opposizione, rendendo un cattivo servizio ai cittadini».
Secondo l’ex sindaco l’obiettivo della conferenza stampa era quello di bacchettare opposizione e cittadini per le critiche ricevute. «Riferisce – scrive ancora Paolo Spagnuolo -, senza aggiungere ovviamente nulla di nuovo, quanto ha stabilito il governatore De Luca, anche sul divieto di asporto per pub, bar, pizzerie, pasticcerie e ristoranti, mentre, lo stesso De Luca, nel frattempo, consentirà  l’apertura con asporto. Il nostro Sindaco non sa e non sente il dovere di avvertire con celerità, nonostante gli odierni strumenti tecnologici, i cittadini della diversa decisione del Governatore. Svelata la vera natura della conferenza di sabato mattina: altro che voler informare la comunità! Bacchettare cittadini e commercianti che contestano e l’opposizione per aver raccolto i disagi espressi dalla comunità. Alla faccia della democrazia, questa è vera e propria sconnessione dalla realtà con atteggiamenti dittatoriali molto discutibili».
Proprio il gruppo di minoranza, alcuni giorni prima della conferenza stampa del sindaco, aveva presentato le proprie proposte per aiutare il settore del commercio, in ginocchio a seguito del lungo lockdown, con l’esenzione del pagamento della Tosap «proposte che non sono assolutamente demagogiche. Proposte che sono diventate atti amministrativi di tantissimi comuni, più piccoli uguali o più grandi di Atripalda come la richiesta di esenzione per la Tosap, la tassa per l’occupazione di suolo pubblico, soprattutto per le attività di somministrazione come bar che ne risentiranno delle restrizioni che ci saranno per l’accesso degli utenti. Un tassa che ha un’incidenza piuttosto marginale rispetto al bilancio comunale» e di intervenire anche sulla Tari «intavolando una trattativa con Irpiniambiente per ridurre la tassa rispetto ai mesi in cui i commercianti non hanno ricevuto il servizio».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, da lunedì in Campania non obbligatorie le mascherine all’aperto

Da lunedì in Campania l'uso delle mascherine all'aperto non è più obbligatorio, ma facoltativo. Resta invece l'obbligo nei luoghi chiusi Read more

Coronavirus, 333 nuovi contagi e 66 morti in un giorno

Coronavirus, 333 nuovi contagi e 66 morti in un giorno. E’ questo il dato più importante emerso dal bollettino fornito dalla Protezione Read more

Riecco il Coronavirus in Irpinia, nuovo caso a Solofra: ad annunciarlo il sindaco

Emergenza Croronavirus, nuovo caso in Irpinia e più precisamente a Solofra. Ad annunciarlo il sindeaco della città della concia Vignola:  Read more

Coronavirus, 303 nuovi contagiati e i morti scendono a 26

Coronavirus, 303 nuovi contagiati e i morti scendono a 26. E’ questo il dato più importante emerso dal bollettino fornito dalla Protezione Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *