Flash news:   S’infiamma lo scontro sui nuovi parcometri, l’ex sindaco Spagnuolo accusa: «Pacco, doppio pacco e contropaccotto dell’attuale Amministrazione comunale» L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti»

Alvanite, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo attacca: «solo grazie ai nostri interventi tenuta alta l’attenzione sul quartiere»

Pubblicato in data: 10/1/2022 alle ore:14:11 • Categoria: Attualità, Politica

«Grazie ai nostri interventi in Consiglio comunale è stato possibile tenere alta l’attenzione sulle attuali condizioni in cui versa l’intero quartiere di Alvanite e sulle avversità che i poveri residenti devono fronteggiare quotidianamente».
Piovono critiche dal gruppo consiliare d’opposizione “Noi Atripalda” sull’incontro che il sindaco Giuseppe Spagnuolo e il delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci hanno avuto giorni fa con le associazioni di contrada Alvanite per annunciare l’avvio in primavera dei lavori di rifacimento delle grondaie e dei canali di scolo dell’acqua piovana delle palazzine comunali. l’Amministrazione ha anche comunicato ad una delegazione di residenti che è stato presentato un progetto di riqualificazione della contrada per attingere ai fondi del Pnrr. Incontro di cui abbiamo già relazionato.
«Pur condividendo le norme anti-assembramento in vigore ormai da quasi due anni, è apparsa francamente incomprensibile la decisione assunta dall’amministrazione comunale e dal sindaco Giuseppe Spagnuolo riguardo alla riunione svoltasi martedì pomeriggio all’interno della Sala Giunta del Comune di Atripalda e avente come materia di discussione alcuni interventi di messa in sicurezza a contrada Alvanite – scrive così l’ex sindaco Paolo Spagnuolo, capogruppo di “Noi Atripalda” -. Ad eccezione di “pochi fortunati”, e ci mancava, molti residenti non sono stati neanche informati e aggiornati sull’incontro e sul presunto avvio entro primavera dei lavori di rifacimento delle grondaie e dei canali di scolo dell’acqua piovana delle palazzine».
L’ex primo cittadino rivendica il risultato raggiunto sotto la propria amministrazione «Un intervento, questo, reso possibile soltanto grazie all’importante lavoro svolto dalla precedente amministrazione comunale – tiene a precisare Paolo Spagnuolo – che ottenne un mutuo da 180mila euro proprio per garantire maggiore sicurezza ai residenti. A questo proposito, da cinque anni, è stato chiesto vanamente il motivo per il quale i lavori, con gara d’appalto espletata e ditta aggiudicatrice, ancora non siano stati avviati».
Proprio il ritardo nella partenza dei lavori già appaltati ha sollevato molte polemiche in città.
«Inoltre, con dispiacere ed un pizzico di preoccupazione, evidenziamo che anche i sottoscritti consiglieri comunali del gruppo consiliare “Noi Atripalda” non sono stati invitati a partecipare alla riunione – incalza Paolo Spagnuolo -. Ed è un peccato visto che anche grazie ai nostri interventi in Consiglio comunale è stato possibile tenere alta l’attenzione sulle attuali condizioni in cui versa l’intero quartiere».
L’ex primo cittadino elenca gli interventi e le istanze sollevate sulla questione dal suo gruppo consiliare: «Ad esempio, durante la seduta di Consiglio dello scorso 5 agosto, così intervenne il consigliere Domenico Landi riguardo al Piano triennale delle opere pubbliche “Per l’ennesima volta ricordiamo la grande opportunità che poteva rappresentare il Superbonus 110% per contrada Alvanite. Ma nulla accade in questo senso, anzi attendiamo ancora le possibili evoluzioni del progetto “Alvanite, quartiere laborario”. Durante poi il Consiglio dello scorso 22 settembre, invece, a riaccendere la luce su Alvanite fu il consigliere Francesco Mazzariello “Ancora non ci avete dato una risposta sul presente e sul futuro di Alvanite. Ve lo abbiamo già detto in passato: non sprechiamo l’opportunità del Superbonus 110%, altrimenti in futuro ce ne pentiremo. Portiamo avanti questa attività, per favore”. Lo stesso Mazzariello, infine, lo scorso 3 novembre, sempre in aula, ribadì l’urgenza di intervenire nella popolosa contrada “Tutte le altre amministrazioni si stanno attivando per riqualificare il patrimonio comunale mentre noi non siamo stati in grado di presentare un progetto di riqualificazione delle diciassette palazzine. La città, invece, si aspettava un’azione concreta, anche alla luce della raccolta firma depositata da oltre cento residenti in Comune”».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *