Flash news:   Abellinum, parla la neo Soprintendente Raffaella Bonaudo sul futuro del parco archeologico Torna domani pomeriggio a riunirsi il Consiglio comunale di Atripalda: l’Amministrazione punta alla modifica dello Statuto Sette nuove assunzioni dal 30 settembre al Comune di Atripalda e avviati i Progetti di Utili alla Collettività Elezioni Politiche 2022, l’Irpinia premia il centrodestra: Gianfranco Rotondi alla Camera e Giulia Cosenza al Senato Servizi di refezione e trasporto scolastico la Giunta Spagnuolo fissa i nuovi termini per le iscrizioni Elezioni Politiche 2022, Oggi silenzio elettorale. Domani si vota: seggi aperti dalle 7 alle 23 Abellinum, in Comune l’Università di Salerno e la Soprintendenza hanno presentato i risultati degli scavi. Foto Elezioni Politiche 2022, Gianfranco Rotondi chiude la campagna elettorale ad Atripalda: «qui ci sono sempre stato e dalla città mi aspetto un supporto fondamentale». Foto Elezioni Politiche 2022, bagno di folla per la chiusura del Pd ad Avellino. Petracca:”straordinaria partecipazione, abbiamo già vinto”. Foto Passaggio di testimone nella guida della chiesa madre da Don Fabio Mauriello a don Luca Monti: il saluto del parroco e il ringraziamento del sindaco

Scuola Masi, le idee dell’Amministrazione Spagnuolo ma l’ex sindaco chiede di non perdere tempo

Pubblicato in data: 8/9/2022 alle ore:20:37 • Categoria: Attualità, Politica

«Le scuole di Atripalda sono in una fase di grande ristrutturazione dal punto di visto infrastrutturale, e pertanto vi è l’esigenza di completare le opere in corso, come il cantiere della scuola dell’Infanzia “Pascoli” di contrada Spagnola, e di avviare il cantiere della “Masi”, prevedendo la locazione degli studenti in una struttura idonea individuata mediante manifestazione di interesse». L’Amministrazione del sindaco Paolo Spagnuolo, il giorno dopo la pubblicazione dell’indagine di mercato per la ricerca di locali idonei da adibire ad aule per ospitare gli alunni della scuola media “Raffaele Masi” durante i lavori di demolizione e ricostruzione dell’edificio scolastico di via Pianodardine, traccia le linee guida approvate nell’ultimo Consiglio comunale.
«Per quanto riguarda in generale gli edifici scolastici comunali è nostra intenzione intercettare fondi per l’efficientamento energetico dei plessi, ampliare il servizio di trasporto con mezzi ecologici, dare un servizio mensa con spazi unici e non più divisi, dotare i plessi di spazi e aree giochi esterne con giostrine e verde curato in particolar modo nelle tre scuole dell’ Infanzia di Via San Giacomo, Via Adamo e Contrada Spagnola facendo vivere le aree esterne una volta attrezzate anche di pomeriggio. È volontà fondamentale di questa Amministrazione favorire il dialogo con la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “De amicis-Masi”, con il Collegio dei Docenti, con il Consiglio D’Istituto e tutte le varie componenti al fine di rendere proficua la collaborazione tra le parti e far sì che l’Amministrazione abbia una linea diretta con la popolazione scolastica, rendendosi disponibile alla concretizzazione delle esigenze». Oltre ai sistemi informatici e digitalizzazione al fine di facilitare i processi per i servizi di mensa e di trasporto si punterà «all’avvicinamento dell’Istituzione agli studenti attraverso specifici momenti di interazione durante il percorso didattico volti a rendere gli stessi consapevoli del funzionamento della macchina amministrativa, come ad esempio la partecipazione attiva degli studenti alla vita amministrativa». Infine l’Amministrazione punta anche a valutare l’utilizzo dei plessi scolastici anche in estate per iniziative sociali.
Ma proprio sulla questione scuola l’ex sindaco Geppino Spagnuolo «si discute sulla locazione provvisoria per gli alunni della Masi. Rispetto a questa c’è una previsione di bilancio già attiva. Ma l’importante è non perdere tempo perché i tempi del finanziamento non sono eterni. Non si deve mai dimenticare che se si discute del problema dell’allocazione provvisoria dei ragazzi è perché l’amministrazione precedente è riuscita a mettere in campo una progettazione, ad acquisire i finanziamenti per 6 milioni e 250 mila euro per rifare la scuola media di questa città. A fronte di questo risultato enorme che non c’era da venti anni ad Atripalda, ora c’è in atto tutta un’attività da mettere in campo, che spero venga messa in tempo utile per non rischiare di perdere il finanziamento».

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.