venerd� 23 febbraio 2024
Flash news:   L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto Chiuso fino al 6 marzo l’ufficio postale centrale di Atripalda Assemblea del Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity Dramma sul lavoro alla Stellantis di Pratola Serra: morto operaio di 52 anni di Acerra Scandone, parte la Play-In Gold Debutto stagionale domenica per i ciclisti del team Eco Evolution Bike Avellino: dopo la vittoria nel derby trasferta contro il Monterosi Luigi De Magistris e Omar Suleiman a “Fortapàsc” per parlare di pace Riapre stasera dopo tre mesi “Jack Old Pub” nel ricordo di Giuseppe Nazzaro

Abellinum, le preoccupazioni della consigliera Nunzia Battista sull’attuale gestione della domus romana

Pubblicato in data: 6/2/2023 alle ore:15:37 • Categoria: Attualità, Politica

«La notizia che il nostro sito archeologico di Abellinum è passato dalla gestione della Sovrintendenza di Avellino e Salerno alla direzione generale dei Musei Campani, non ci tranquillizza per niente». Parte da qui il dissenso del gruppo consiliare d’opposizione “Atripalda Bene Comune” guidato dalla consigliera Nunzia Battista sull’attuale gestione della domus romana.
L’occasione è data dal mancato inserimento del parco archeologico della cittadina del Sabato nell’elenco dei musei e siti archeologici statali che oggi potranno essere visitati gratuitamente in occasione del rinnovato appuntamento “Domenica al museo”. L’iniziativa del Ministero della Cultura che consente l’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei musei e nei parchi archeologici statali.

«Anzi, ad essere sinceri, ci preoccupa considerando quanto interesse questa regione Campania, Napoli e Salerno centrica, riservi alle zone interne – incalza la consigliera Battista -. Certamente grazie alla “distrazione ” di una classe dirigente autoreferenziale che non programma né si sforza di avere visioni a lungo termine e articolate, siamo sempre più costretti ad essere solo trainati, come ancelle, al servizio dello sviluppo della zona costiera. Basti pensare a quanto sia difficile, arrivando a Capodichino, solo reperire la fermata del pullman per Avellino, nonostante gli utenti sono anni che mandano segnali alla dirigenza dell’Air, attraverso le pessime recensioni su Google».
Proprio sul futuro di Abellinum il gruppo consiliare un mese ha presentato un’interrogazione «Ed è questa preoccupazione che, già un mese fa, ci ha spinto, come gruppo consiliare a fare un’interrogazione, ancora senza risposta. Ma abbiamo sperimentato che i tempi sono lunghi per avere le risposte e anche 4 mesi abbiamo atteso. Nell’interrogazione chiedevamo cosa si immaginasse per il nostro patrimonio archeologico e soprattutto quanto era stato fatto, almeno in termini di sollecitazione al nuovo ente che lo gestisce». Sotto accusa è una gestione che stenta a decollare: «Ci chiediamo come mai però, ad esempio Mirabella, già vada un po’ meglio di noi: più visite da parte dei turisti, più visibilità. È sconcertante che ancora oggi nell’elenco dei monumenti visitabili gratis in Regione Campania Atripalda continua a non esserci. Atripalda, mi dispiace per tutti quelli che hanno gioito questa estate, non è pervenuta!».
Un mancato inserimento tra i siti visitabili gratuiti per la giornata di oggi con la “Domenica al museo” che finisce per mettere sul banco degli imputati l’amministrazione: «Si perché forse valeva la pena divertirsi un po’ meno “fra di noi” e ragionare su come aprire la città al vero turismo, quello che, non solo porta la ricchezza ma soprattutto alza il livello culturale, ci pone in posizioni più competitive sul mercato dell’accoglienza di livello internazionale oltre che nazionale. Lo dico, come sempre ai miei concittadini, l’autoreferenzialità nella quale ci stiamo chiudendo sul negativo esempio del capoluogo, non giova se non a pochi». Battista invece invita a compiere scelte di coraggio «Non abbiate paura di pensare più in grande, le sfide del futuro ci metteremo di fronte scelte che dovremo fare con coraggio. Usciamo da questa confort zone nella quale alcuni gruppi di amministratori si sono messi e dove stanno emergendo personalismi e poteri dinastici. La storia di palazzo Santa Lucia dovrebbe esserci d’esempio».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *