alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda Giornata della Memoria: per non dimenticare la tragedia della Shoah Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia

Caos mercato, gli ambulanti sfilano per protesta in corteo da parco Acacie a Piazza Municipio. Guarda il Fotoservizio

Pubblicato in data: 16/9/2010 alle ore:14:05 • Categoria: Attualità, Cronaca

marca-ambulanti2Sfilano per protesta in corteo da parco Acacie fino a piazza Municipio nel giorno dei festeggiamenti del santo patrono Sabino. 
Una cinquantina di ambulanti si sono radunati di buon ora davanti  parco Acacie e poi da lì in corteo di protesta sino alla sede comunale, in Piazza Municipio.
Confidavano di poter parlare con il sindaco Aldo Laurenzano, con il vicesindaco Enzo Aquino o con l’assessore al Commercio Elio Di Pietro. Ma hanno trovato invece il portone centrale chiuso.
marca-ambulanti5L’Amministrazione infatti ha evitato l’incontro. Il Comune, stamattina inoltre, era chiuso per la festività del Santo Patrono ed a presidiare il sit-in dinanzi a Palazzo di città c’erano solo carabinieri, polizia e vigili urbani.
Una protesta pacifica degli ambulanti che compatti anche questo giovedì hanno incrociato le braccia.
marcia-ambulanti11E così il mercato settimanale per la terza volta consecutiva non si è svolto.
Ora minacciano clamorose azioni di protesta per giovedì prossimo, 23 settembre, proprio nel giorno in cui dal TAR di Salerno dovrà pronunciarsi nel merito sulla chiusura di via San Lorenzo il giovedì mattina.
marca-ambulanti3«Noto un silenzio e un’assenza dell’amministrazione su questa vicenda e su quello che stiamo vivendo. – afferma Peppino Innocente di Confcommercio -. Con questa marcia abbiamo voluto sensibilizzare la gente. Mentre la storica fiera muore per colpa dell’Amministrazione, gli altri mercati limitrofi registrano incrementi di presenze e vendite. Da giovedì prossimo non ci sarà più una protesta pacifica. Il 23 settembre è la data ultima nella quale il Comune dovrà presentare un piano B in caso di nuova soccombenza al Tar».

marcia-ambulanti4

«L’amministrazione dimostra ancora una volta scarsa capacità e poca sensibilità – incalza Rino Bilotto di Unimpresa restando ferma sulle proprie posizioni che dimostrano come a loro il mercato non interessa affatto. Speriamo che si svegliano da questo torpore».
Piovono critiche infine sull’assenza degli amministratori anche da Vierti di AssoCampania: «Un segnale negativo. A questo punto sarebbe una buona cosa per noi ed i cittadini che il mercato tornasse d operare in via Fiume e via Gramsci senza divisioni».

marcia-ambulanti6

 

 

 

 

 

marca-ambulanti7

marcia-ambulanti8

 

 

 

 

 
marcia-ambulanti9

 

 

 

 

 

 

marcia-ambulanti10

 

 

 

 

 

 

marcia-ambulanti13

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

marcia-ambulanti12

 

 

 

 

 

 

marcia-ambulanti14

 

 

 

 

 

 

marcia-ambulanti15

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

———–

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *