alpadesa
  
domenica 17 gennaio 2021
Flash news:   Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti”

Accesso agli atti comunali, La Destra diffida sindaco e dirigenti di settore

Pubblicato in data: 24/1/2013 alle ore:20:29 • Categoria: La Destra, Politica

logo-la-destraAccesso agli atti comunali, La Destra diffida il sindaco Spagnuolo. Ecco la diffida di seguito:

A S.E. IL PROCURATORE PRESSO LA CORTE DEI CONTI NAPOLI SEDE
A E. IL PREFETTO DI AVELLINO SEDE
Al SINDACO DEL COMUNE DI ATRIPALDA SEDE
ALLA SIG.RA SEGRETARIO DEL COMUNE DI ATRIPALDA SEDE
AL DIRIGENTE SECONDO SETTORE ECONOMICO DEL COMUNE DI ATRIPALDA SEDE
AL DIRIGENTE DEL TERZO SETTORE TECNICO DEL COMUNE DI ATRIPALDA SEDE
Atripalda, li 24 gennaio 2013

Ermelindo Romano

Il sottoscritto commissario provinciale de LA DESTRA:
premesso che
A)
– Lo scrivente in data 09 ottobre 2012 con protocollo entrata nr 13074 del comune di Atripalda,
interrogava il Sindaco e chiedeva documentazione riguardante il PROGETTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE redatto del TERZO SETTORE UFFICIO TECNICO di questo Comune;
– Che il progetto non è stato visionate dal Consiglio Comunale;
– Che il progetto è base di bando di gara in itinere per oltre un milione di euro e per i prossimi dieci anni;
– Che ad oggi alla richiesta di ottenimento documentazione al sindaco del comune di Atripalda, lo stesso non ha rilasciato nessuna risposta
B)
– Lo scrivente in data 16 ottobre 2012 con protocollo entrata nr 13416 del comune di Atripalda,
interrogava e richiedeva documentazione a:
Il Sindaco del comune di Atripalda;
La sig.ra Segretario del comune di Atripalda;
Il dirigente secondo settore Economico del comune di Atripalda
– Che la richiesta di documentazione riguarda il sistema di videosorveglianza costato circa euro 70.000 di cui solo 23.000 per allaccio elettrico;
– Che si ponevano nr 7 quesiti riguardanti la parcellizzazione e L’AFFIDAMENTO AD AZIENDA DI FIDUCIA DELL’AMMINISTRAZIONE, stessa azienda che era risultata perdente nell’affidamento della gara di appalto;
– Che la richiesta della documentazione è stata fatta al fine di PRESENTARE PUNTUALE E CIRCOSTANZIATA DENUNCIA PRESSO LA CORTE DEI CONTI;
– Che ad oggi non ho ricevuto nessuna risposta riguardante le richieste in merito;
C)
– Lo scrivente in data 23 ottobre 2012 protocollo entrata nr 13752 chiedeva al:
Sindaco del comune di Atripalda
al dirigente secondo settore economico comune di Atripalda
al dirigente terzo settore ufficio tecnico comune di Atripalda
al sig.ra Segretario del comune di Atripalda
– Che la richiesta riguardava ottenimento di documentazione per PRESENTARE PUNTULA E CIRCOSTANZIATA DENUNCIA PRESSO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DELLA CORTE DEI CONTI ;
– Che la richiesta riguardava la mancata concessione a vari cittadini per accesso agli atti dell’ufficio tecnico del comune di Atripalda, diniego di accesso opposto ai cittadini dal dirigente dell’ufficio tecnico e confermato dal Sindaco, Giunta Comunale e Segretario Comunale
– Che la richiesta era rivolta a conoscere i motivi del diniego opposto a cittadini circa l’ottenimento di atti pubblici
– Che i cittadini che avevano ricevuto il diniego di accesso, sono vincenti presso il TAR che annullava il diniego di accesso agli atti, e condannava contestualmente il comune di Atripalda,
COME DA PACIFICA GIURISPRUDENZA IN MATERIA;
– Visto che le difese dinnanzi al TAR del comune di Atripalda sono a carico dei cittadini contribuenti e non del Sindaco, Giunta Comunale, dirigenti e Segretario Comunale, che negavano inopinatamente ed in danno dei contribuneti di Atripalda accesso agli atti;
Per i motivi sopra scritti alle lettere A, B , C ,:
– Visto la data delle richieste in ottobre 2012;
– Visto la mancata risposta alle stesse;
– Vista la vigente normativa circa le richieste di documentazione ed accesso agli atti;
DIFFIDO
– Il Sindaco del comune di Atripalda;
– La sig.ra Segretario del comune di Atripalda
– Il dirigente del secondo settore economico del comune di Atripalda
– Il dirigente del terzo settore tecnico del comune di Atripalda
AI SENSI DELL’ART 328 SECONDO COMMA DEL CODICE PENALE A
VOLER CONSEGNARE ENTRO E NON OLTRE 5 GIORNI LA
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA COME AI PROTOCOLLI SU SCRITTI.

Con l’occasione cordiali saluti

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Accesso agli atti comunali, La Destra diffida sindaco e dirigenti di settore”

  1. ex atripaldese ha detto:

    bravo il sig.romano…………ma quanti ti sostengono.?….spero che andrai avanti ….mi auguro solo che lo farai per il bene di atripalda

  2. Il Giullare ha detto:

    Senza entrare nel merito della giustezza o meno della richiesta avanzata dal sig. Romano ci si domanda qual è il motivo ostativo alla visione/concessione di documenti pubblici a singoli cittadini. La risposta è scontata: abbiamo approvato una delibera che prevede la concessione degli atti solo a chi è portatore di un diretto interesse. Bene, allora in caso di soccombenza in giudizio o di manifesta illiceità per quale motivo si è chiamati a pagare tutti e non solo i singoli responsabili? La risposta in questo caso potrebbe solo essere: noi siamo noi, voi non siete un c…. Un bell’ esempio di democrazia che riguarda, a volte, milioni di euro di tutta la comunità. Continuate così, il marchese (del) Grillo ringrazia.

  3. amico di atripalda ha detto:

    Romano ma qualcuno pagherà?

  4. MOVIMENTO SOCIALE ha detto:

    stai facendo solo gioco di parola, se sei cosi certo fai chiara denuncia-querela (in modo tale da poter essere contro denunciato) in tal modo ai carabinieri non potranno negare accesso agli atti. fai sti finti proclami per egerti a finto paladino della giustizia. ma sai guardare bene i fatti tuoi.

  5. marco ha detto:

    ERMELINDO VAI SOLO ALLA RICERCA DI CASE CARUTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *