alpadesa
  
sabato 24 agosto 2019
Flash news:   Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde

Offese sul web, in Consiglio il delegato alla Cultura Barbarisi incalzato dalle minoranze chiede scusa: “alle persone coinvolte e alle famiglie. Spero che la vicenda si possa chiudere qui”. Video

Pubblicato in data: 1/10/2014 alle ore:10:00 • Categoria: Politica, Video intervisteStampa Articolo

consiglio-3Alla ribalta di avvio di seduta del Consiglio comunale di ieri sera finiscono le offese espresse via web con un commento anonimo dal delegato alla Cultura, Lello Barbarisi, che incalzato dalle minoranze, chiede scusa.
Prende la parola Nunzia Battista (Piazza Grande): “A malincuore va fatto un cenno alla vicenda che ha coinvolto il consigliere Barbarisi. Una vicenda che non si può lasciar correre senza che in quest’aula non avvenga un chiarimento. Onestamente, senza entrare nella vicenda personale, il consigliere si è trovato quando era delegato all’Istruzione. E certi comportanti non posso non essere considerati. Ci vuole un chiarimento in Consiglio. Non condivido anche certi passaggi e le dichiarazioni a difesa rilasciate alla stampa dal Sindaco. Le decisioni del consigliere sono sue personali, la giustizia farà il suo corso. E’ una questione di pulizia e comportamenti che vanno rispettati. Anche nella fase transitoria. Anche perché non ho sentito da parte del consigliere Barbarisi un chiarimento. Non voglio la risposta sulla stampa. Ma un chiarimento istituzionale“.
consiglio-7Per il capogruppo di Fi Massimiliano Del MauroSi tratta di uno scivolone ma il fatto che lo abbia fatto un consigliere comunale con delega alla cultura è grave. E non penso che in questo momento possa rappresentare nel migliore dei modi la città. Ci mancava solo la firma al commento. Credo che forse visto che il sindaco non ha ritirato le deleghe, che il delegato chieda scusa a tutti i soggetti coinvolti che sono stati interessati dalle critiche e che avesse lui spontaneamente rinunciato alle deleghe“.
Del Mauro insieme al consigliere del Psi Ulderico Pacia contestano anche l’impossibilità di aver visionato gli atti consiliari per tempo: “Per quanto riguarda il tempo per visionare gli atti e la documentazione consiliare, fino alle 12 non c’erano. Per la verità già tempo fa avevo parlato con il sindaco che aveva preso l’impegno che gli atti fossero a disposizione tre giorni prima. Su Barbarisi è un fatto brutto“.
A questo punto prende la parola lo stesso consigliere alla Cultura Lello Barbarisi:Si è trattato di una parola di troppo. Di una parola fuori luogo. Una parola in più.  Da parte mia c’era stato subito un tentativo di ricomporre la questione: infatti poco dopo ho cercato di recuperare attraverso un amico in comune ma ciò non ha prodotto nulla perché è stata sottovalutata la questione. Non ci sono fatti gravi che mi hanno condotto ad andare fuori od oltre i toni. Ma semplicemente dovuta a quella passione che uno come me ci mette nell’attività amministrativa sacrificando anche i propri affetti familiari. Chiedo naturalmente scusa alle persone coinvolte e alle famiglie. E spero che la vicenda si possa chiudere qui“.
consiglio-5Nunzia Battista (Piazza Grande): “Ringrazio il consigliere per questo intervento, questo andava fatto. Però alcune situazioni vanno comunque chiarite ed affrontate pubblicamente nelle sedi opportune“.
Del Mauro (Fi): “Su Atripalda è calata una cappa pesante. Non dimentichiamo anche quello che succede su un’emittente televisiva, dove quotidianamente viene offesa Atripalda. E noi non abbiamo fatto nulla venendo dipinti come la meta preferita degli zingari. Sarebbe ora di svelenire il clima. Si attacca tutto è di più. Un pò di rispetto maggiore da parte di tutti verso la città.”
Per Ulderico Pacia: “forse se Barbarisi le scuse le avesse fatte prima sarebbe stato meglio“.
In chiusura della discussione prende la parola il sindaco Paolo Spagnuolo: “prendiamo atto che Barbarisi, raccogliendo le istanze dei consiglieri e con grande senso di responsabilità abbia chiesto scusa. Condivido che il clima velenoso vada ripulito. Anche ne sono stato oggetto emi sono tutelato nelle sedi opportune. Rivolgo un appello alle proprietà dei due siti d’informazione online atripaldesi se i commenti potessero essere tutti sottoscritti, così renderemmo un buon servizio alla città, evitando nickname che non portano serenità alla nostra città. Casomai creando dei forum di discussione dove ognuno di noi può dare il proprio contributo al confronto. Sulla disponibilità di visionare gli atti consiliari voglio ringraziare pubblicamente gli uffici per la disponibilità nel consentire l’esercizio di tale diritto di controllo nel modo migliore possibile“.

[flv width=”250″ height=”200″ image=”https://www.atripaldanews.it/video/barbarisi.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/SCUSE BARBARISI.flv[/flv]

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “Offese sul web, in Consiglio il delegato alla Cultura Barbarisi incalzato dalle minoranze chiede scusa: “alle persone coinvolte e alle famiglie. Spero che la vicenda si possa chiudere qui”. Video”

  1. sabino ha detto:

    è una situazione abbastanza incresciosa, come personaggio pubblico rappresentante delle istituzioni ecc.ecc., a questo punto la cosa migliore da fare soprattutto per dignità personale e rispetto verso la propria famiglia sarebbe stata quella di dimettersi.

  2. Antonio ha detto:

    Seeee caro Sabino e Mo e stacchi dalla poltrona l’unico capace di quel miracolo è il procuratore

  3. Mario rossi ha detto:

    In un altro paese normale civile e democratico il sindaco avrebbe chiesto le dimissioni!
    questo non accadrà mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *