alpadesa
  
Flash news:   Due centraline anti smog ad Atripalda: la prima installata in via Roma da Idea e la seconda a Parco delle Acacie dall’Arpac su richiesta del Comune Tagliano la Variante nei pressi di un supermercato di Atripalda, sei automobilisti multati dalla Stradale Contrada Ischia, via libera dalla giunta Spagnuolo ai fondi per il campetto La Scandone vince lo scontro salvezza contro Monopoli Ritrovamento archeologico in via Appia, “Noi Atripalda” interroga il sindaco e la Soprintendenza Coronavirus, deceduta una paziente di 79 anni di Atripalda Genitori in piazza ad Atripalda per la didattica a distanza: «Chiediamo libertà di scelta». FOTO Danneggiamento di veicolo e possesso di oggetti atti ad offendere: 28enne atripaldese a processo  Ciclismo, Alfonso Alvino e la passione per la bici nell’Eco Evolution Bike Team L’Avellino batte il Bari 1-0

La Sala critica la lettera del sindaco Laurenzano

Pubblicato in data: 11/2/2010 alle ore:12:15 • Categoria: AdC, Politica

lasalaIl poeta Alfredo Bonazzi e la legge Bacchelli

“Forse pensava di piazzare il colpo…mediatico, il sindaco Laurenzano. Peccato che lo abbia fatto a spese di uno, come Alfredo, che malato è malato, ma ringraziando Iddio, non è né in “disagiate condizioni economiche”, né “ai limiti della sussistenza”, come si legge nella lettera incautamente indirizzata al Presidente Silvio Berlusconi. Alfredo, con tutta la franchezza di cui è capace, ed immagino facendo i debiti…scongiuri, fa sapere che non può essere invocata, a suo nome, per ovvie ragioni, l’applicazione della legge Bacchelli; di non essere ai limiti della sussistenza…ed anzi di voler sussistere il più a lungo possibile, alla faccia di così sprovveduti interlocutori. Fa sapere, infine, che inutilmente il sindaco (e chi con lui…) si &egrav e; impegnato in lunghe e faticose ricerche sul suo recapito, (finito peraltro incautamente sul web, attraverso qualche compiaciuto sfiato di trombetta…) gli sarebbe bastato chiamare dal balcone il nipote Enzo… Ringrazia, in ogni caso del ‘pensiero’ ed accetterebbe, naturalmente, un riconoscimento alla sua opera letteraria…magari, però, non da chi parla…un po’ a casaccio e solo per sentito dire.
Ad muoltos annos, caro Alfredo, voce e coscienza di questa nostra, sempre più smemorata, Atripalda…

Lello La Sala
consigliere di minoranza Adc

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *