alpadesa
  
Flash news:   “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti»

IrpiniAmbiente e il numero verde a pagamento, La Sala: “Nell’interesse dei cittadini, se ne occupi l’Amministrazione”

Pubblicato in data: 30/1/2014 alle ore:16:54 • Categoria: Lista "Piazza Grande", Politica

numero-verde-irpiniambienteIl sito di IrpiniAmbiente spa pubblicizza un numero verde con il quale prenotare il ritiro a domicilio di rifiuti ingombranti. Il numero 840-068477 è -a scanso di equivoci- quello al quale anche gli uffici comunali rimandano i cittadini che chiedono informazioni sul servizio de quo. Tutto bene…o quasi. Per dire anche il fatto che -per una singolare coincidenza- il predetto numero verde (con tanto di cornicetta verde) si trova sulla home page di IrpiniAmbiente appena sopra l’icona “Amministrazione Trasparente”. E allora? Allora il numero comincia con 840 e non è affatto gratuito per il cittadino: che, per la sempre sia invocata trasparenza…, dovrebbe conoscere prima costi e tariffe, senza aspettare la…bolletta. Il numero, perciò, sarà pure verde, ma non verde abbastanza, almeno non quanto il cittadino ignaro (che magari dopo essere stato costretto a ripetuti solleciti… a pagamento) diventa verde, ma proprio verde… di rabbia. Se ne occuperanno Spagnuolo & friends?

Raffaele La Sala – capogruppo consiliare “Piazza Grande” – Atripalda

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Segretaria Curto, Spagnuolo replica a muso duro a La Sala: “Da lui solo demagogia inutile, denunci alle autorità competenti”

In relazione alla nota dell’ex consigliere comunale La Sala sul trasferimento della dott.ssa Clara Curto  mi preme sottolineare quanto segue. Read more

Inerzie ed attivismi del sindaco Spagnuolo, la nota di La Sala (Piazza Grande)

Il sindaco Spagnuolopaolo, l'ex bravoragazzo di venerata memoria, oggi non sa proprio più a che santo votarsi. Le turbolenze della Read more

Pd e amministrazione, Lello La Sala (Piazza Grande) a Tuccia e Malavena: “Tra accelerate e frenate invito alla riflessione”

Per carità... non vorrei proprio entrare nel merito delle cose dette dal segretario piedìno Malavena (in un'intervista al "Sabato" e Read more

Consiglio comunale, le accuse del capogruppo La Sala (Piazza Grande): “Brutta pagina per il rispetto delle Istituzioni”

E' andato in scena, nella seduta di approvazione del bilancio revisionale di fine esercizio, il solito copione di Spagnuolo&friends: la Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “IrpiniAmbiente e il numero verde a pagamento, La Sala: “Nell’interesse dei cittadini, se ne occupi l’Amministrazione””

  1. nati' ha detto:

    grazie per l’informazione

  2. Grazie ha detto:

    Grazie di un’ informazione che già ne ero a conoscenza. Purtroppo pago la tassa della spazzatura e quindi dovrebbe essere il COMUNE ad organizzare con Irpinia Ambiente il ritiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *