marted� 16 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

#stopbiocidio nella valle del Sabato, il M5S chiede incontro ad Arpac ed Asl

Pubblicato in data: 24/4/2014 alle ore:14:36 • Categoria: MoVimento 5 Stelle Grillo, Politica

movimento-5-stelle-logoIl M5S di Avellino prosegue la sua attività in difesa della salute e dell’ambiente che ha avuto una tappa significativa nella Petizione #Stopbiocidio in cui migliaia di cittadini avellinesi e dei comuni che si affacciano sulla valle del Sabato hanno sottoscritto precise richieste riguardanti: monitoraggio delle centraline in funzione per il rilevamento delle polveri sottili, istituzione del registro dei tumori, bonifica dei siti industriali dismessi.
Dopo la consegna delle firme al Prefetto, abbiamo ricevuto una comunicazione del 27/3/2014 in cui ci il Governatore ci informava degli ultimi propositi degli Enti interessati dalla nostra petizione ARPAC ed ASL che a noi sono sembrati piuttosto “tiepidi” e poco circostanziati. In considerazione dell’interesse che migliaia di persone hanno manifestato avvicinandosi spontaneamente ai nostri banchetti e sottoscrivendo le nostre richieste ci è sembrato doveroso richiedere un incontro tra i nostri attivisti ed i responsabili di ARPAC ed ASL. Riteniamo infatti che troppo vaghi siano gli impegni manifestati sin qui e che i tempi per l’istituzione del Registro dei Tumori possano senz’altro essere più celeri. Consideriamo un dovere imprescindibile del Movimento 5 Stelle di Avellino non solo rispondere a quanti hanno partecipato alla Petizione, ma porre in essere tutte le azioni atte a tutelare la salute dei cittadini del capoluogo e di quelli dei Comuni limitrofi, che meritano giustizia in merito ai temi affrontati. Ci auguriamo che il Prefetto prenda subito in considerazione la nostra istanza fissando in tempi brevi l’incontro sollecitato in data odierna attraverso richiesta formale e protocollata“, conclude la nota.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “#stopbiocidio nella valle del Sabato, il M5S chiede incontro ad Arpac ed Asl”

  1. mario ha detto:

    non siete comunisti:->?

  2. lidia ha detto:

    Il dottore franco mazza di manocalzati sta facendo una battaglia per la valle del sabato, che adesso viene utilizzata da questi pagliacci per farsi un po di pubblicità e qualche articolo sui giornali. In realtà della valle del sabato non importa niente a nessuno altrimenti si conoscerebbero i valori dell’inquinamento prodotto dalla novolegno, dal cdr, da gasperini, dal capannone di di fronte a piarulli (in cui non sono riuscito a capire cosa si fa)

  3. Francesco ha detto:

    Dovremmo dire grazie al M5S che si stanno preoccupando del problema . Abbiamo avuto una classe politica in tutti questi anni : vedi DE MITA, GARGANI, MANCINO, MASTELLA , BIANCO, cosa hanno fatto? Non dimentichiamo che il problema esiste da decenni, e solo ora viene fuori, mi sapete spiegare perché?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *