venerd� 23 febbraio 2024
Flash news:   L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto Chiuso fino al 6 marzo l’ufficio postale centrale di Atripalda Assemblea del Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity Dramma sul lavoro alla Stellantis di Pratola Serra: morto operaio di 52 anni di Acerra Scandone, parte la Play-In Gold Debutto stagionale domenica per i ciclisti del team Eco Evolution Bike Avellino: dopo la vittoria nel derby trasferta contro il Monterosi Luigi De Magistris e Omar Suleiman a “Fortapàsc” per parlare di pace Riapre stasera dopo tre mesi “Jack Old Pub” nel ricordo di Giuseppe Nazzaro

L’ex assessore Antonio Prezioso: “Su ambiente e viabilità la giunta Spagnuolo batta un colpo”

Pubblicato in data: 5/3/2021 alle ore:10:08 • Categoria: Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Politica

«L’Amministrazione Spagnuolo deve destarsi dal sonno in cui è caduta. Quando vorranno iniziare ad amministrare la città per i cittadini ce lo facciano sapere, noi continueremo ad essere cittadinanza attiva e sentinelle sul territorio, non solo segnalando i problemi ma offrendo soluzioni». L’ex assessore comunale all’Ambiente Antonio Prezioso, portavoce cittadino di Fratelli d’Italia, punta a dare una scossa all’esecutivo municipale su temi come la qualità dell’aria e le problematiche cittadine. Il partito di Giorgia Meloni incalza così il Governo cittadino:«Già in diverse occasioni mi sono occupato dello stato dell’Ambiente ad Atripalda, cercando invano di portare al centro del dibattito politico-amministrativo lo stato di salute della nostra terra. Resto positivamente colpito dell’iniziativa di un gruppo di giovani facenti parte dell’Associazione Idea Atripalda, che periodicamente sollecita le autorità cittadine e regionali sullo stato di salute dell’aria in città. Per dare un contributo al dibattito ricordo come durante il mio mandato di assessore all’Ambiente a più riprese ho fatto richiesta all’Arpac di attivare le rilevazioni ambientali nella nostra città, di piazzare in maniera itinerante uno dei laboratori mobili di misurazione ambientale per analizzare “che aria” respiriamo. Dopo tante battaglie insieme ai sindaci e assessori dei comuni limitrofi ottenemmo la costituzione di un Osservatorio permanente sull’inquinamento della Valle del Sabato, che vedeva la partecipazione dei comuni che ricadono nella Valle con Arpac, Asl, Prefettura di Avellino. Purtroppo ho dovuto constatare che da almeno 4 anni non si riunisce più tale Osservatorio e che neanche la nostra amministrazione comunale sembra interessarsene più di tanto, mostrandosi sorda agli appelli dei cittadini che chiedono di sapere che aria respiriamo, eppure sono tristemente note le vicende legate all’aumento di casi di tumori e malattie cardiorespiratorie nella Valle del Sabato e nella nostra cittadina. Da qui l’affondo «chiediamo all’amministrazione di destarsi dal sonno e chiedere ad alta voce la.convocazione del tavolo in Prefettura come è avvenuto negli anni addietro».
Per FdI bisogna intervenire anche sulla viabilità: «Qualora dovesse suonare la sveglia per l’amministrazione comunale, vorremmo sapere che intenzioni hanno in materia di viabilità cittadina. Si aprono voragini, non semplici buche, in ogni angolo della città e spesso la normale circolazione veicolare è messa a rischio: Centro storico, via Ferriera, contrada Giacchi, zone rurali, l’elenco è lunghissimo purtroppo, in via Aldo Moro quando si imbocca la strada venendo da piazza Alpini d’Orte, il manto stradale si è abbassato di diversi centimetri, quando gli automobilisti  transitano rischiano di andare fuori strada e il passaggio dei mezzi pesanti provoca dei “microterremoti” nei palazzi circostanti».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *