mercoled� 24 luglio 2024
Flash news:   Rapina ad Atripalda, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: 4 arresti Rapina, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: i Carabinieri danno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 indagati Evade dai domiciliari: 31enne di Atripalda arrestato dai Carabinieri Atripalda in lutto: oggi l’addio ad Angela Romano de “I Sognatori” Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace

Prima vittoria interna per la Felice Scandone

Pubblicato in data: 12/10/2023 alle ore:23:54 • Categoria: Avellino Basket

Davanti ad una platea gremita di supporters biancoverdi, l’ASD Felice Scandone porta a casa la sua prima vittoria casalinga tra le mure amiche del Pala Del Mauro battendo Adria Bari con il punteggio di 53-48.
Inizio in sordina per la squadra del patron Trasente che anche oggi è costretta a fare a meno del talento dell’argentino Sanchez. I padroni di casa pagano da subito la fisicità degli ospiti e la tensione del primo grande appuntamento tra le mura amiche. Bari prova subito a scappare sul +6 costringendo coach Sanfilippo ad un obbligato time out. Al ritorno sul parquet continuano le difficoltà dei padroni di casa a trovare la via del canestro nonostante l’ottima presenza sotto le plance dei lunghi Pichi e Cianci. Avellino riesce comunque a riorganizzarsi e a rifarsi sotto grazie a capitan Trapani e alle triple di D’Offizi e Cianci. Bari, dopo aver toccato il massimo vantaggio di 9 punti, chiude il primo quarto avanti di di sole due lunghezze ( 19-21).
Al ritorno sul parquet è tutta un’altra Avellino che appare più determinata e macina gioca e punti; trascinata da un super Trapani mette il muso davanti per la prima volta nel match chiudendo il terzo quarto avanti 40-36.
All’inizio dell’ultimo periodo numerosi errori per entrambe le squadre, si viaggia sul filo dell’equilibrio fino a quando capitan Trapani mette a segno due grandi giocate per l’allungo decisivo dei padroni di casa che s’impongono con il risultato di 53-48, nonostante l’ottima prova del pivot avversario Meistas, ultimo ad arrendersi.
Soddisfatto coach Sanfilippo che con grande realismo analizza il match:
“Da una squadra giovane ci sta patire l’emozione della prima partita casalinga davanti ad un pubblico così numeroso e appassionato. All’inizio, nonostante tiri ben costruiti, non siamo riusciti a trovare la via canestro ed è per questo che in una serata storta in attacco ho chiesto ai miei di vincerla in difesa e cosi è stato; è chiaro che Trapani ci ha messo del suo giocando una partita stratosferica da vero leader. Dovevamo essere più bravi a tirare con meno paura ma soprattutto migliorare la tecnica individuale ma miglioreremo certamente. Aspettiamo con ansia Sanchez, il suo estro e la sua imprevedibilità mancano a questo gruppo soprattutto in vista delle partite future che saranno di certo molto dure; in settimana credo che risolveremo i problemi burocratici. Colgo l’occasione di ringraziare Bianco che nonostante i suoi problemi fisici, si è sacrificato per la causa” . Prossimo match casalingo della Scandone Avellino, sabato prossimo, 14 ottobre alle ore 18:30 sul parquet della Cestistica Benevento.
Parziali 7-14; 12-7; 21-15; 13-12
Tabellini: D’Offizi 9 , Scolpini, Bianco 2, Mazzagatti, Cianci 8 , Soliani 6, Pichi 4, Trapani 24 . NE Borea, Vitale

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *