gioved� 29 febbraio 2024
Flash news:   L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto Chiuso fino al 6 marzo l’ufficio postale centrale di Atripalda Assemblea del Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity Dramma sul lavoro alla Stellantis di Pratola Serra: morto operaio di 52 anni di Acerra

Lampade votive spente al cimitero: nota del circolo Pd di Atripalda

Pubblicato in data: 5/1/2024 alle ore:20:44 • Categoria: Partito Democratico, Politica

Per l’episodio di oggi di interruzione del servizio delle lampade votive nel cimitero, e le successive reazioni, dobbiamo necessariamente evidenziare come, ancora una volta, l’amministrazione comunale si sia fatta cogliere di sorpresa dalle normali conseguenze delle sue decisioni, a discapito dei cittadini. Da quello che appare evidente della questione, l’amministrazione aveva deciso da tempo di affidare il servizio di lampade votive alla società in-house testardamente voluta, con cambio di gestione a partire dal primo gennaio 2024. Ebbene nella mattinata di oggi, dopo cinque giorni, ci si è ritrovati con l’interruzione della fornitura di energia elettrica, senza aver predisposto nè il subentro nel contratto esistente nè l’attivazione di nuova fornitura elettrica. Si è corso ai ripari, dopo la dovuta segnalazione di cittadini e dei consiglieri di minoranza, con il posizionamento di un generatore a fine mattinata, una soluzione evidentemente di emergenza, che sa di improvvisazione e non certo di programmazione. Ma ció che ci sentiamo di stigmatizzare più di tutto sono i toni utilizzati dal sindaco nel suo tentativo di replica, in cui prova a schernire la minoranza consiliare, rea di aver segnalato l’episodio (e certamente per questo indotto a velocizzare una soluzione seppur emergenziale), e soprattutto provare velatamente a limitare gli spazi della diffusione giornalistica di notizie (evidentemente a lui sgradite).

Comunicato stampa circolo PD Atripalda

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *