Flash news:   Coronavirus, sono 5 gli attuali positivi ad Atripalda “Estate…in ludoteca”, voucher comunali in regalo a trenta bambini: le domande scadono domani Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali Ripristino servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano, Prc: “vittoria dei cittadini, ora si potenzino le corse domenicali” Debito fuori bilancio per gli espropri del Centro Pmi, al via il pagamento della quarta rata Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto

Polo del Turismo Scolastico, ecco dove sarà la sede in città. Guarda la video intervista all’assessore Foschi

Pubblicato in data: 10/4/2010 alle ore:10:27 • Categoria: Attualità, Video interviste

parco-scolastico-sede1Ottocentomila euro per la realizzazione di un Polo del Turismo Scolastico ad Atripalda.
Sta per diventare realtà nella cittadina del Sabato il progetto del Parco Scolastico del Mezzogiorno, finanziato dalla Regione Campania.
Il finanziamento consentirà il restauro dei locali attigui alla chiesetta di Santa Maria delle Grazie annessi al Palazzo Civico e della torre campanaria (foto), ma anche ad informatizzare i nuovi locali per la fase di start up e delle attività per i primi tre anni.
parco-scoalstico-sede2I locali annessi al Municipio, infatti, da anni abbandonati, andranno così ad ospitare gli uffici del nuovo Polo del Turismo Scolastico che diventerà punto di riferimento per tutte le scuole della Campania.
Un duplice vantaggio, dunque, per il comune della cittadina del Sabato che potrà non solo riqualificare una parte abbandonata della propria casa comunale ma, allo stesso modo, aspirare ad avere un ruolo di guida all’interno del Parco Scolastico del Mezzogiorno.
«Siamo giunti finalmente al termine di un lungo percorso che ci consentirà di completare il recupero del Palazzo Civico e, cosa più importante, farà di Atripalda il cuore pulsante del polo turistico scolastico», spiega l’assessore delegato all’Istruzione Giacomo Foschi (video intervista in basso) che ha seguito il processo di costituzione del Parco, promosso dalla Bimed (Biennale del Mediterraneo) nel 2007.
Il progetto consentirà alla città atripaldese di diventare il referente di tutti i comuni irpini, attraverso la realizzazione di un apposito laboratorio che possa seguire tutti i progetti nell’ambito del Turismo scolastico provinciale, favorendo lo sviluppo, la promozione e la valorizzazione delle bellezze, dei siti storici e archeologici dell’Irpinia.
Allo stesso tempo con i fondi erogati dalla regione sarà possibile riqualificare l’edificio annesso al Palazzo municipale e alla chiesa di Santa Maria delle Grazie, recuperando anche il campanile.
Il Polo del Turismo opererà organicamente e quotidianamente a contatto con la scuola e gli enti locali della provincia e della regione, avendo come mission specifica quella di accompagnare i processi formativi, fornendo strutture e occasioni alla qualificazione dell’offerta formativa della Campania.

Regia di Piersabino Nazzaro. [flv image=”https://www.atripaldanews.it/video/giacomo foschi 10 aprile 2010.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/giacomo foschi 10 aprile 2010.flv[/flv]
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *