alpadesa
  
Flash news:   Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Stamattina torna il “Farmer Market” e nel pomeriggio flash mob di commercianti e amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il settore ad Atripalda Coronavirus, scende il numero di positivi in Campania: solo 5 oggi. Nessun contagio in Irpinia Coronavirus, incremento dei contagi a +669 casi e 119 morti in un giorno Anniversario strage di Capaci, Idea Atripalda: “Sono morti invano? Dipende da noi” Parco delle Acacie, non si spengono le polemiche sulla bitumazione aree interne. IDEA Atripalda: “asfaltare un parco è come asfaltare il mare“. Foto Coronavirus, Santa Rita senza processione nei versi di Gabriele De Masi

Dogana negata per la mostra, gli artisti scrivono al Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi

Pubblicato in data: 15/4/2010 alle ore:08:32 • Categoria: Attualità, Cultura

piazza-umberto-iDogana negata per la mostra, gli artisti scrivono al Ministro Bondi.
È polemica nella cittadina del Sabato per il diniego espresso dalla Soprintendenza per i Beni Storici ed Artistici alla richiesta di utilizzo dello storico edificio di piazza Umberto I (foto) per una mostra curata dal maestro atripaldese Enzo Angiuoni e dall’associazione «ArtEuropa» di Avellino. Proprio il maestro Angiuoni, insieme ad altri 40 artisti affermati, aveva promosso una serie di mostre di arte contemporanea itineranti, attualmente in esposizione alla «Casa delle Culture» di Cosenza. L’esposizione, denominata «Eventi d’arte mitteleuropei» è accompagnata anche da un catalogo «Eventi d’arte contemporanea, artisti dell’area del Mediterraneo» contenente oltre 150 tavole a colori delle opere degli artisti con testi critici di Leo Strozzieri, Lucia Basile, Roberto Sciascia, Enzo Garofalo e Massimo Pasqualone.
Ma il parere negativo espresso dalla Soprintendenza e dal Comitato di Gestione di concedere gli spazi della Dogana, con lettera a firma del Soprintendente, dottor Fabio De Chirico, ha spinto il maestro Enzo Angiuoni a inviare una missiva al Ministro per i Beni e le attività Culturali, Sandro Bondi e per conoscenza al Ministro per l’Attuazione del Programma, Gianfranco Rotondi, per informarli della vicenda e chiederne un intervento.
«Sono amareggiato – commenta il maestro Enzo Angiuoni -. Parlano di livello basso dell’iniziativa e questa è un’offesa non solo verso gli artisti che dovevano esporre ma anche per grandi città come Cosenza che hanno accolto la mostra».
In città scoppia anche la polemica politica con il consigliere di minoranza Lello La Sala che chiede la surroga nel Comitato di gestione della Dogana del consigliere Emilio Moschella, eletto per la minoranza ma ora passato con la maggioranza.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Il sondaggio/Mostra negata: per i lettori di AtripaldaNews è giusto selezionare gli eventi nella Dogana

Mostra negata al maestro Enzo Angiuoni nella Dogana dei Grani (foto), per i lettori di AtripaldaNews è giusto selezionare gli Read more

Contenzioso esproprio Antica Abellinum, famiglia atripaldese fa pignorare 32 milioni di euro in Lombardia

Una famiglia atripaldese rischia di far chiudere la Pinacoteca di Brera ed il Cenacolo a Milano a Pasqua per debiti. Tutto risalire Read more

Dogana negata per la mostra, parla il sindaco Laurenzano

«Ho perorato personalmente la richiesta del maestro Enzo Angiuoni di poter utilizzare la Dogana dei Grani per la sua mostra, Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *