alpadesa
  
Flash news:   Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia Messa in sicurezza del parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda: impegno di spesa per l’affidamento della prestazione del rilievo topografico Ciclismo: la litoranea salernitana fa da sfondo al primo raduno collegiale Estorsione ai danni di un bar di Atripalda, rinvio a giudizio per un 28enne del luogo Riapertura scuole in Campania, De Luca annuncia l’ordinanza: «Superiori aperte da lunedì 1 febbraio» Appropriazione indebita, arrestato dai Carabinieri un 40enne di Atripalda colpito da mandato europeo

Mostra di pittura “Matta rende omaggio a Michelangelo Buonarroti (1475 -1564)”

Pubblicato in data: 7/9/2011 alle ore:10:11 • Categoria: Cultura

invito_sabinoMostra Personale di Pittura ad Atripalda “Matta rende un
omaggio a Michelangelo Buonarroti (1475 -1564).

L’appuntamento culturale è fissato dal 9 al 18 settembre 2011
presso l’Associazione Pro Loco di Atripalda –
Via Roma, 154 – 83042 ATRIPALDA (AV).
Vernissage: 9 Settembre 2011 ore 19.00
Finissage :18 Settembre 2011. Orario di apertura:
dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Maatta rende così un omaggio a Michelangelo Buonarroti (1475 -1564) “:
” La Sacra Famiglia ” (Il Tondo Doni):
è un dipinto di Michelangelo Buonarroti, databile al 1506-1508 circa e conservato nella Galleria degli Uffizi a Firenze. Conservato nella cornice originale, è l’unica opera su supporto mobile, certa e compiuta, dell’artista.
Il dipinto è anche di fondamentale importanza nella storia dell’arte, poiché pone le basi per quello che sarà il manierismo:sicuramente è uno dei dipinti emblematici e importanti del Cinquecento italiano.

Biografia Sabino Matta:

nato ad Avellino nel 1978, consegue nel 1995 il Diploma di Maestro D’arte , poi, nel 1997, il Diploma di Maturità D’Arte Applicata sezione Disegnatori di Architettura e Arredamento.
La pittura diventerà ben presto la sua principale attività, dedicandosi ad essa con passione e proseguendo gli studi da autodidatta. Partecipa a molteplici manifestazioni artistiche quali mostre, concorsi e collettive in tutta Italia: Avellino, Salerno, Napoli, Siracusa, Foggia, Bari, Lecce, Roma, Firenze, Savona, Sanremo, Padova, Milano, ricevendo premi , applausi e assensi per le sue opere e per il suo impegno profuso nell’arte.
Si dedica a molte attività culturali ed artistiche: corsi di pittura, allestimento mostre, organizzazione concorsi di pittura e realizzazione progetto “Il colore dei suoni” (Performance a due arti: musica e pittura).
Le sue opere si trovano sia in Italia che all’estero: Austria, Svizzera, Inghilterra, Germania, Stati Uniti D’America, Australia e figurano in prestigiose collezioni pubbliche e private.
La sua arte si esprime attraverso l’uso di varie tecniche pittoriche, studi, progetti e accostamenti di colore, rappresentando il valore della continua ricerca del reale.
La sua pittura è sempre attenta ai particolari, ai colori puri e luminosi, ai panneggi raffinati, al chiaro scuro delicato e mette in luce una bellezza decorativa, personalizzandola attraverso il suo stile figurativo, idealistico ed elegante.
E’ iscritto all’ Albo Pittori Italiani ed è inserito nel Catalogo delle Quotazioni.
Vive ed opera nel suo paese Serino (AV) ,che ama con grande passione e da cui ha ricavato profonda ispirazione.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *