alpadesa
  
domenica 19 gennaio 2020
Flash news:   Non si potrà più sostare di giorno e di notte in piazza Tempio Maggiore  ad Atripalda: firmata l’ordinanza del Comando di Polizia municipale Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Guardando dentro e fuori di noi” il calendario testamento di Peppino Pennella La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Truffa all’Inps, false assunzioni ed evasione: cinque arresti a Benevento. Indagati anche ad Atripalda Omicidio De Cristoforo, Luigi Viesto condannato a dieci anni di reclusione Inquinamento ad Atripalda, l’attivista del M5s Federico Giliberti chiede centraline fisse per monitorare la qualità dell’aria Dolore e lacrime nel giorno dell’addio al docente, scrittore e poeta Goffredo Napoletano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno: uno in territorio Atripalda Niente mercato ad Avellino, ambulanti in piazza contro l’Amministrazione Festa

Taglio del nastro questa mattina per il centro Aprea di contrada Novesoldi. Lunedì inaugurazione della sala per non vedenti. Foto

Pubblicato in data: 27/10/2012 alle ore:15:13 • Categoria: SocialeStampa Articolo

centro-apreaTaglio del nastro questa mattina del centro sociale “Aprea” di Atripalda (foto). La struttura comunale affidata al Consorzio dei Servizi Sociali A6 è ubicata in contrada Novesoldi.
All’inaugurazione presenti il sindaco Paolo Spagnuolo, il direttore del Consorzio Carmine De Blasio ed il senatore del Pd Enzo De Luca.
«La riqualificazione di questa struttura sociale è il simbolo di come la buona politica – commenta il primo cittadino – riesca ad essere servizio e a stare vicina alla propria comunità, alle fasce più deboli con le associazioni di volontariato con cui fare sistema». Il centro comprende anche un’aula allestita con attrezzature informatiche per i non vedenti e per ipovedenti che sarà inaugurata invece lunedì pomeriggio, alle ore 17.
inagurazione-aprea-atripalda-convegno«Un centro per attività rivolte a persone con disabilità visiva, unico in provincia di Avellino – spiega il direttore Carmine De Blasio – che accoglierà persone non vedenti e ipovedenti di tutte le fasce di età residenti nei ventinove comuni dell’ambito A6. Volgiamo dare così un segnale positivo al nostro territorio». Per il senatore De Luca invece: «il centro è una realtà importante sul territorio come il consorzio per le fasce deboli a cui eroga servizi fondamentali».
Dopo il taglio del nastro del primo cittadinao è seguito un convegno sul tema «Di che normalità stiamo parlando?». Relatori Antonio Vella, vicesindaco di Monteverde, Calo Mele, direttore Caritas Diocesana di Avellino, Letizia Cesarini Sforza, vicepresidente Europa Anty Poverty network, Carmine De Blasio, direttore del Consorzio dei Sevizi Socilai A6, Dimitri Musto, assessore alle Politiche Sociali di Atripalda, Paolo Falessi dell’associazione «Ladri di Carrozzelle», Marcello Zecchino, già assessore delle politiche sociali provinciali e Nanda Santoro sociologo pedagogista clinico. Nel pomeriggio previsto uno spettacolo di musica con Umbi Maggi, storico bassista dei Nomadi, Ladri di carrozzelle, cabaret e Angels of street animation.
La struttura ospita le attività mattutine programmate e finanziate dal Consorzio A6 e affidate alla cooperativa sociale “Aprea”. Agli inizi di ottobre il Consorzio A6 aveva inaugurato un altro centro per disabili fisici a Montefusco.
centro-aprea-ingressoLunedì 29 ottobre alle ore 17.00, ancora un nuovo servizio sarà avviato in un spazio attrezzato dell’edificio in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Atripalda. Si tratta di un centro per attività rivolte a persone con disabilità visiva. Unico in provincia di Avellino, accoglierà persone non vedenti e ipovedenti di tutte le fasce di età residenti nei ventinove comuni dell’ambito A6.
Il centro si propone quali obiettivi principali quelli di:
• offrire attività a carattere educativo e sociale idonee per la disabilità visiva che comporti un potenziamento dei prerequisiti;
• offrire attività di tiflodidattica ai ragazzi non vedenti e alle scuole di riferimento;
• offrire, attraverso l’elaborazione dei progetti individualizzati, opportunità di integrazione sociale e reinserimento nel territorio di residenza;
• favorire, mediante le attività socio-educative organizzate attraverso la costituzione di piccoli gruppi di lavoro, la crescita della persona sul piano cognitivo, sociale e creativo.
Le attività previste sono le seguenti:
• potenziamento dei prerequisiti per l’autonomia personale;
• laboratorio tattile;
• officina dei sensi (odori, sapori, suoni);
• laboratorio di informatica;
• alfabetizzazione braille;
• azione di sostegno familiare mediante offerta di occasioni di incontro, di ascolto e di consulenza;
• consulenza tiflodidattica ad insegnanti.
Il centro sociale sarà gestito da personale dipendente del Consorzio A6.
All’inaugurazione di lunedì 29 ottobre parteciperanno il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo, il direttore del Consorzio A6, Carmine De Blasio e il presidente del C.d.A., Salvatore Antonio Carratù.
centro-aprea3

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *