alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi

Così non va – Ceneri dei falò non ancora rimosse e smaltite. Foto

Pubblicato in data: 15/2/2013 alle ore:18:00 • Categoria: Attualità, Così non vaStampa Articolo

falo-ceneri1Residui dei falò di San Sabino ancora presenti in piazza Umberto e in piazza Vittorio Veneto ed in altre zone della città.
Dopo una settimana le ceneri ancora non sono state rimosse e, smossi da vento e pioggia, si stanno disperdendo nell’ambiente circostante. I residui di materiale legnoso sono, infatti, ancora ben visibili sia nella piazza centrale che in via Roma davanti alla scuola elementare “De Amiciis” ma anche in diverse zone della città tra cui piazza Garibaldi, via Salvi e via Appia. Secondo alcune indiscrezioni, il motivo alla base della mancata pulizia è l’oneroso costo di smaltimento di residui della combustione. Per il focarone in piazza Umberto la cifra si aggira intorno ad alcune migliaia di euro oltre i 1.000 euro già preventivati per l’acquisto della legna pagata dall’Amministrazione e non dai dipendenti del Comune come scritto nel manifesto del Comitato Festa San Sabino.
falo-ceneri2

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Così non va – Ceneri dei falò non ancora rimosse e smaltite. Foto”

  1. cccp ha detto:

    L’ennesima vergogna.

  2. nati' ha detto:

    a fare tutti sono bravi ma dopo tutti spariscono ,ma è mai possibile che dopo una settimana ancora questo schifo.Atripalda è sporca e nessuno se ne accorge

  3. ofocaroneesantosavino ha detto:

    vorrei chiedere a chi ha rilasciato o richiesto le dovute autorizzazioni: ma chi deve provvedere a rimuovere quel che resta di tutti i falo’ accesi in onore di “S. Sabino”? Caro Sindaco visto le conseguenze e le rispettive responsabilità la prossima volta vi prego di organizzare il solo “FOCARONE” in piazza e al diavolo tutti quelli che vorranno festeggiarlo sotto casa!!!

  4. ofocaroneesantosavino ha detto:

    VERGOGNATEVI INSIEME AMMINISTRAZIONE E CITTADINI..
    .ATI VOLUTO “A BICICLETTA… E MO’ LEVATI E PRETE A TERRA”…!!!
    RIDICOLE PRETESE PER GENTE POCO SERIA E INCIVILE.
    A RIDOSSO DEL PARCO DELLE ACACIE E’ STATA CONCESSA UNA AUTORIZZAZIONE A RIDOSSO DELLA STRADA, ORA E’ UN INVASIONE DI PIETRE, QUELLO CHE PIU’ MI FA SCHIFO E’ L’INDIFFERENZA DELLE PERSONE OLTRE CHE DELL’AMMINISTRAZIONE…
    ONORATELO IN CHIESA IL SANTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!O “FOCARONE” NON SI PORTA CHIUUUUUUUUUUUUUUUUUUU’!!!

  5. aldo ha detto:

    ANCHE I SIGNORI DELL’ARPAC CHE TANTO HANNO INFLUENZATO CON IL DISCORSO INQUINAMENTO LA FACCENDA adesso non intervengono???

  6. roberto ha detto:

    Io se potrei farei togliere tutto a chi si é mangiato e sasicchie a scrocco. VERGOGNATEVI; INCOMPETENTI; INCAPACI;

  7. ofocaroneesantosavino ha detto:

    bravo a chi ha rimosso i residui del “focarone” a ridosso del parco delle acacie…l’anno prossimo invita tutti a casa tua a festeggiare san sabino!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. ofocaroneesantosavino ha detto:

    ma il sindaco a chi aspetta a far rimuovere quel che resta dei falo’…stara’ mika pensando di conservarle per l’anno prossimo?
    caro sindaco o provvedi oppure avvia le dovute azioni legali…insomma muoviti no poco sei completamente con le mani legate, ma che ti hanno fatto un incantesimo? addirittura ci sta chi sta rimpiangendo Aldo Laurenzano…noooooooooooo peggio di lui non si poteva fare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *