alpadesa
  
sabato 29 febbraio 2020
Flash news:   Rubano capi di abbigliamento al “Centro Commerciale Appia” di Atripalda, tre extracomunitari denunciati dai Carabinieri Us Avellino, controlli Covisoc: esito positivo Questione Falò di San Sabino e scontro tra genitori e dirigente scolastica, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo attacca: «evidenziano la disgregazione della nostra comunità. Amministrazione in silenzio e travolta dagli eventi, non c’è capacità di guidare i processi» “Torneo Calcistico Stracittadino” di Atripalda: pronto il regolamento della tredicesima edizione Coronavirus, negativi i primi diciotto tamponi in Irpinia Regolamento per le misure di contrasto all’evasione e morosità dei tributi locali: scontro sulle sanzioni in Consiglio, l’opposizione incalza la maggioranza Scuole chiuse in Campania, il sindaco di Atripalda recepisce l’ordinanza del governatore De Luca Coronavirus, il governatore De Luca chiude scuole e università fino a sabato in Campania Coronavirus, tampone positivo in Campania L’Avellino vince il derby con la Paganese

Memorial Alvino, gli Amatori della Bici nel ricordo di Lello

Pubblicato in data: 6/5/2014 alle ore:10:03 • Categoria: Sport, CiclismoStampa Articolo

memorial-alvinoDomenica scorsa sulle asperità carsiche della Granfondo del Gargano si sono dati battaglia circa 700 atleti provenienti da tutt’Italia. A bissare il successo della Gf di Canosa ci ha pensato l’atleta lombardo Ciccarese che si è imposto sul traguardo di Manfredonia.

Tra i partecipanti anche quattro portacolori del Circolo Amatori della Bici di Atripalda che hanno evidenziato grande spirito di sacrificio, giungendo alla meta, tra scivoloni e soste forzate, dopo oltre 100 km di corsa sotto la pioggia battente! In particolare in Puglia si sono messi in evidenza nell’ordine: Acone, Frongillo, De Vito e Basile.

Se nelle granfondo la fa da padrone Ciccarese, nelle corsa Campane oramai il vero mattatore è Antonio Borrelli, che ha conquistato domenica, anche il Trofeo Ugolino a Salerno. Gara completamente pianeggiante che, nonostante il terreno poco adatto alle caratteristiche del Campione del Mondo, l’ha visto tagliare il traguardo, al cospetto dello Stadio Arechi di Salerno, in solitaria, con ampio margine sul gruppo che contava circa 200 atleti. Nello stesso gruppo, chiudendo con una media di 44 km/h, si sono piazzati altri due atleti del Circolo caro a Sigismondo Alvino, nell’ordine Aquino (56°) e De Pascale (65°).

La parte più importante della domenica ciclistica però l’hanno recitata i rimanenti soci del Circolo Atripaldese, che, con a capo il presidente Amatucci, hanno egregiamente sostenuto l’organizzazione del Memorial Alvino. La gara riservata alle categorie giovanili, ha visto sfidarsi per le strade atripaldesi ragazzi provenienti da tutta la regione, in memoria del compianto Lello Alvino, socio dell’antico sodalizio giallo-blu nonché ex titolare del Bar Europa, sponsor della manifestazione. Un ringraziamento alle forze dell’ordine, all’amministrazione, ai rappresentanti federali e alle società ciclistiche cha hanno permesso la realizzazione dell’evento dedicato ai giovani, motore dello sport degli anni che verranno.

Domenica prossima la truppa giallo-blu sarà compatta alla Granfondo del Volturno, che prevede la dura ascesa del Monte Matese. La gara in terra di lavoro sarà l’ultima prima della trasferta in terra romagnola, dove, il prossimo 18 maggio circa 20 atleti atripaldesi si mescoleranno tra gli oltre 12000 partecipanti alla 44° edizione della Novecolli di Cesenatico in memoria del Pirata!

gf-gargano

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *