domenica 19 settembre 2021
Flash news:   L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus» Ruba in un supermercato, i Carabinieri di Atripalda denunciato un 40enne L’assessore Urciuoli: «Eventi culturali nel parco archeologico di Abellinum per valorizzare storia e territorio» Carabiniere libero dal servizio si imbatte in uno spacciatore: denunciato ventenne di Atripalda Al via il nuovo anno scolastico ad Atripalda: per refezione e trasporto confermato l’utilizzo di Telemoney Il Maresciallo Maggiore David Lombardini nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda Stadio Valleverde-Aquino, il comune di Atripalda incassa il contributo di 700 mila euro Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Diciotto anni Demetrio Trasente, auguri dalla famiglia Festeggiamenti in onore del Santo Patrono Sabino, lettera aperta alla Città di Don Fabio Mauriello

Prc all’attacco dell’assessore Urciuoli: “l’autosospensione non è prevista per chi occupa uffici pubblici, elettivi e non”

Pubblicato in data: 12/7/2018 alle ore:09:09 • Categoria: Partito della Rifondazione Comunista, Politica

L’Assessora Urciuoli tiene a far sapere, con una pervicacia degna di miglior causa, che non si è dimessa, ma soltanto “autosospesa” dall’organismo di valutazione dell’Azienda “Moscati” di Avellino.

Ella dovrebbe sapere, da giurista qual è, che l’istituto dell’autosospensione non è previsto per chi occupa uffici pubblici, elettivi e non. Le cariche pubbliche non sono porte girevoli che ciascuno utilizza a seconda delle proprie convenienze.

O ci si dimette, o si rimane regolarmente in carica. Tertium non datur. La sospensione può intervenire come effetto di una previsione di legge (si pensi alla legge “Severino) e non essere determinata soggettivamente dell’interessato/a.

Nella prima ipotesi, l’ordinamento individua anche strumenti idonei ad assicurare il regolare funzionamento degli organismi, il che nel caso dell’autosospensione non sarebbe evidentemente possibile. per questi motivi il PRC ha sempre stigmatizzato, anche ad Atripalda, la scelta di taluni amministratori di “autosospendersi”. Indubbiamente la cronaca politica è ricca di annunci di autosospensioni di figure pubbliche ma si tratta o di atti privi, lo ribadiamo, di qualsivoglia rilevanza giuridica, se riguardanti cariche istituzionali, ovvero, se adottati rispetto ad organismi di partito, che attengono esclusivamente alla vita interna degli stessi.La scelta della dottoressa Urciuoli appare allora come una mossa per uscire dall’angolo in cui è venuta a trovarsi: una manovra dilatrice che non modifica in alcun modo la sua situazione di incompatibilità ed ottiene l’unico effetto di creare delle difficoltà all’Azienda “Moscati” e di seminare ulteriore confusione nel campo dell’Amministrazione Spagnuolo.

Luigi Caputo -Partito della Rifondazione Comunista Atripalda
Comitato Politico Provinciale Federazione PRC Avellino

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *