Flash news:   Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia

Ciclismo: Eco Evolution Bike da Atripalda fino alla vetta del Vesuvio

Pubblicato in data: 1/10/2021 alle ore:11:16 • Categoria: Ciclismo, Sport

Sempre più in alto! Il ciclismo mette insieme Atripalda, ridente cittadina della valle del Sabato ed Ercolano storica città alle pendici del vulcano più famoso del mondo, il Vesuvio. Ed è stata festa all’ombra della vetta del vulcano. Il Vesuvio, spettacolare terrazzo naturale dal quale si può ammirare le sue bellezze e il golfo di Napoli, ha fatto da sfondo all’uscita del team Eco Evolution Bike nel week-end scorso. Merito dell’impresa tre alfieri del team: Giuseppe Albanese, Pasquale Manna e Adolfo Rodia.Una piacevole pedalata ciclo escursionista lunga 130 chilometri da Atripalda alla vetta del Vesuvio e ritorno in sella alle proprie bici. Scalare la vetta del vulcano più pericoloso del mondo si può definirla una vera e propria impresa. Infatti, i numeri dicono tutto: l’intero giro, è stato percorso in 5 ore e 15 minuti alla media di 25,6 km/h per un dislivello di 2180 metri, mentre il tratto più impegnativo è  l’ascesa che inizia da Ercolano (NA), 12 chilometri, un dislivello di 750 metri fino a quota mille e una pendenza media del 7,8%. Sull’infinita serie di tornanti che da Ercolano verso il Vesuvio, Pasquale Manna è stato il vero mattatore guadagnando la vetta in 46’10’’, a seguire il napoletano Luigi D’Amore, il venezuelano Adolfo Camacho Rodia e Giuseppe Albanese, chapeau! ai tre alfieri del team Eco Evolution Bike. Per i tre atleti, oltre alle soddisfazioni individuali, è stato un modo per far conoscere il territorio per scoprire le straordinarie bellezze naturalistiche, culturali, e perché no archeologiche che il parco nazionale del Vesuvio può offrire. Lo sport è portatore di valori e stili di vita sani che la compagine atripaldese intende promuovere, nel rispetto del patrimonio e sostenibilità ambientale.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.