alpadesa
  
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Grande colpo della Sidigas Atripalda: arriva anche Roberto Cazzaniga, l’opposto italiano numero uno

Pubblicato in data: 5/7/2012 alle ore:14:45 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo
attacco-di-cazzanigaIl sogno diventa realtà: Cazzaniga vestirà la maglia della Sidigas Pallavolo Atripalda. A buon fine il superlavoro della dirigenza biancoverde: Totire avrà a disposizione l’opposto italiano numero uno. L’opposto per antonomasia della serie A2. L’incubo letale degli avversari. L’atleta in grado di caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti difficili e condurla (anche da solo) alla vittoria. A 33 anni il curriculum di Roberto Cazzaniga, miglior marcatore di sempre di questo torneo, è costellato di successi.
Specialista in promozioni: l’ultima conquistata a Castellana con cui ha vinto anche la Coppa Italia di A2. Non a caso indossa il numero 1, lo è davvero, una leggenda del volley che per Atripalda diventa meravigliosa realtà. I tifosi stropicciano gli occhi e sognano insieme alla dirigenza. Il presidente Guerrera mette nero su bianco al termine di una trattativa preparata e seguita con cura dal Direttore Generale Paolo Foti e dal Direttore sportivo Clemente Pesa.Il colpo roboante è arrivato e il livello della squadra continua a crescere. Scappaticcio-Cazzaniga, una diagonale che vorrebbero in molti. I numeri dell’opposto brianzolo: 12 stagioni in serie A (5 in A1 e 7 in A2, oltre 4100 punti realizzati in carriera). Nato a Monza nel 1979 Cazzaniga ha iniziato da giovanissimo a giocare raggiungendo la serie B2 a soli 18 anni. Dopo tre stagioni viene portato a Milano dall’Asystel che nel Novembre del 2000 lo fa esordire direttamente in A1 dove, al primo anno, colleziona subito 24 presenze. Dopo altre due stagioni passa a vestire la maglia della Unimade Parma e successivamente quella di Montichiari, sempre in serie A1 e sempre con ottimi risultati. Nella stagione 2005-2006 approda a Crema dove resterà a lungo aggiudicandosi subito il premio “Andrej Kuznetov” come miglior realizzatore del Campionato. Diventa nazionale con Anastasi nel 2009 e vince con la maglia azzurra i giochi del Mediterraneo. Prima di Castellana l’esperienza a Segrate. Per i biancoverdi del volley un supercannoniere. Nel frattempo la commissione ammissione ai campionati di serie A1 e A2 ha concluso l’esame della documentazione presentata dai Club per l’iscrizione.
Questo il girone unico del campionato 2012-13, con Atripalda: Volley Brolo (ME), Pallavolo Cavriaghese (RE), Città di Castello Pallavolo (PG), Corigliano Volley (CS), Pallavolo Loreto (AN),  Vero Volley Monza, Pallavolo Molfetta (BA), Pallavolo Impavida Ortona (CH), Pallavolo Padova, Volley Potentino Potenza Picena (MC), Argos Volley Sora (FR). Con Cazzaniga in squadra paura di nessuno per Atripalda. E il mercato continua a fari spenti.
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *