alpadesa
  
Flash news:   Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco

Amministrazione Spagnuolo, Caputo (Prc) accusa: “Schieramento opportunistico costruito solo per le elezioni”

Pubblicato in data: 4/1/2013 alle ore:12:17 • Categoria: Politica, Prc

comune-3Come un effimero castello di sabbia. Crolla così la maggioranza Pd-Udc ecc, che finora ha retto il Comune di Atripalda. Il rimpasto di Giunta imposto dalla sentenza del Tar sulle “quote rosa” si è rivelato la causa scatenante di un’autentica deflagrazione per la compagine vincitrice delle elezioni di maggio. Al primo cittadino è bastato, dopo circa tre settimane di “riflessione”, spostare un tassello quello dell’assessorato alle Politiche Sociali lasciando per il resto inalterata la composizione della Giunta, deleghe comprese, per suscitare una levata di scudi, … crociati e non, pressoché generale da parte delle forze della coalizione e per ritrovarsi sostanzialmente isolato. Al di là dell’insipienza di un sindaco oscillante tra decisionismo ed irresolutezza, quello che oggi appare in frantumi è uno schieramento costruito sull’elettoralismo più arrembante, sull’opportunismo più sfrenato, privo di un orizzonte non diremmo strategico, ma quanto meno programmaticamente qualificato, e composto da un personale politico selezionato non sulla base del confronto di idee, ma grazie al suicidio politico di larga parte del ceto politico preesistente. La spartizione del potere, che ne ha segnato il sorgere, oggi, e non certo per caso (con la gestione dell’urbanistica e dell’edilizia residenziale pubblica su tutto), sancisce la subitanea dissoluzione dell’amministrazione Spagnuolo. A questo punto l’unica richiesta da rivolgere ai protagonisti di un così clamoroso fallimento è quella di sgombrare il campo prima possibile, risparmiando alla cittadinanza un lungo stillicidio in stile Laurenzano. Agli assessori dell’Udc è lecito chiedere di rinunciare alla pantomima dell’autosospensione, istituto giuridicamente inesistente e politicamente ambiguo; al sindaco, in particolare, di chiarire, prima di andar via, quali sono ” i poteri (nemmeno tanto) occulti”, che, a dire di un suo assessore, avrebbero condizionato nel corso di questi mesi l’operato della compagine da lui guidata.

Luigi Caputo – Prc

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Commissione per il Paesaggio, il Prc accusa: “delibera consiliare illegittima”

La delibera con cui il Consiglio Comunale di Atripalda ha provveduto nell’ultima riunione all’elezione, con il solo voto dei consiglieri Read more

Giullarte 2012, Luigi Caputo (Prc) accusa: «Solo passerella politica per l’Udc»

Continua a suscitare polemiche Giullarte. Ad intervenire, dopo il capogruppo di Piazza Grande, Lello La Sala, è questa volta, l'esponente Read more

Amministrazione comunale, Luigi Caputo (Prc): “Ecco i primati della Giunta Spagnuolo”

Un primato la Giunta Spagnuolo l’ha già conquistato: quello dell’addizionale IRPEF più alta, lo 0,8%, il livello massimo consentito dalla Read more

Finanziamenti per Giullarte, Luigi Caputo (Prc) al sindaco Spagnuolo: “Trionfalismi fuori luogo con De Mita, meglio un cartellone con offerte diverse e di contenuto”

Sembra uscito direttamente dalle cronache politiche irpine degli anni '80, quelli della Balena Bianca e del "demitismo reale", tanto per Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *