alpadesa
  
Flash news:   CAMPAGNA VACCINALE ANTI-COVID 19, DA DOMANI RICHIAMO A 30 GIORNI PER PFIZER E MODERNA Sosta urbana, in appalto l’acquisto di 38 parcometri e 600 sensori per calcolare i tempi di permanenza delle auto. Sarà automatizzato il parcheggio interrato della villa comunale Inquinamento valle del Sabato: domani conferenza stampa di Arpac e Comune a parco delle Acacie La Domus romana di Abellinum affonda tra l’erba alta, la denuncia dell’archeologa De Simone. Foto Sinistra Italiana Atripalda denuncia: “il centro vaccinale a scartamento ridotto” Scuola: i genitori degli alunni della “Pascoli” scrivono a sindaco e al ds per avere chiarimenti sull’ imminente trasferimento del plesso Parte la manutenzione del verde pubblico ad Atripalda dopo le proteste social: da lunedì taglio delle erbacce ad Alvanite Ritrovamenti archeologici ad Atripalda, Barbaro (FdI): «il ministro Franceschini intervenga per la messa in sicurezza dei beni e per la loro valorizzazione» L’Emporio Solidale apre nel Convento di via Cammarota di Atripalda: parte l’avviso pubblico per la selezione dei beneficiari Scuola, i genitori ringraziano l’Amministrazione e il dirigente scolastico per la ripresa dei servizi trasporto e refezione

Vaccinazioni anti-covid: la denuncia del Prc: ”la vergogna di Atripalda”

Pubblicato in data: 21/2/2021 alle ore:15:46 • Categoria: Politica, Prc

Mentre la campagna di vaccinazione contro il COVID, dopo un inizio stentato, si è ormai messa in moto in provincia e pare destinata a sbloccarsi anche nel capoluogo, solo ad Atripalda, che raggruppa numerosi altri centri vicini, è ancora incredibilmente ferma al palo.

Ciò, a quanto è dato sapere, a causa della mancata omologazione da parte della direzione sanitaria dell’ASL della struttura individuata allo scopo dal Comune di Atripalda, l’attuale sede della “Misericordia” nel centro storico.

A noi non interessa se le responsabilità di quanto accaduto, o meglio, non accaduto finora ad Atripalda siano del Comune o della dirigenza ASL o ancora, come pare probabile, di entrambi: interessa che questa vergognosa situazione cessi al più presto e che anche ad Atripalda, come negli altri centri designati, possa finalmente avere inizio la campagna di vaccinazione.

I migliaia di ultraottantenni aventi diritto al vaccino non possono e non debbono più attendere. Questo sacrosanto diritto intendiamo tutelarlo in tutte le sedi, comprese quelle giudiziarie, se si registreranno ulteriori ritardi.

Non si può mettere a repentaglio la salute di migliaia di persone, per di più quelle maggiormente esposte e vulnerabili, per meschine beghe tra enti locali o per l’irresponsabilità dei soggetti preposti.

Quella contro il COVID è una corsa contro il tempo non solo sotto il profilo generale ma anche nello specifico, visto che la deteriorabilità dei vaccini impone un loro impiego tempestivo pena l’impossibilità di utilizzarli.

Morgante e Spagnuolo, se ci siete battete un colpo!

Luigi Caputo – Partito della Rifondazione Comunista – Atripalda – Federazione PRC Avellino

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *