gioved� 20 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

Il Prc denuncia: “quell’autobus chiamato desiderio”

Pubblicato in data: 18/12/2020 alle ore:19:14 • Categoria: Politica, Prc

Siamo alle solite. Non è  il ritornello di una vecchia pubblicità, ma la fotografia delle scelte dell’AIR, che periodicamente si accanisce contro la cittadinanza di Avellino e del suo hinterland. Per l’ennesima volta è  stato infatti eliminato, dall’inizio di questo mese, il collegamento domenicale e festivo tra Avellino e i comuni vicini,  Atripalda e Mercogliano. Il provvedimento riguarda, per ora, l’ intero mese di dicembre. Quindi nessun autobus nemmeno a Natale e a Santo Stefano. Quello delle festività  di fine anno  – è  appena il caso di ricordarlo- è un periodo in cui, anche in questo 2020,  nonostante tutto, la necessità  di usufruire del trasporto pubblico non viene meno,  anzi si accentua,  per i più  vari motivi. Ricordiamo un solo elemento: in questo periodo la quasi totalità  degli esercizi commerciali,  anche nei giorni festivi,   risulta aperta, con conseguente aumento degli spostamenti di  lavoratrici e lavoratori, come al solito i più  penalizzati, e dei cittadini in generale. Invece di potenziare un servizio già  scarno e inadeguato (solo 5/6 corse finora venivano effettuate la domenica),  l’ AIR ha pensato bene di procedere a tagli e soppressioni.  Tutto ciò  nel silenzio tombaledelle amministrazioni dei Comuni interessati ( che probabilmente ignorano addirittura l’esistenza della situazione qui richiamata), le quali si stanno rivelando del tutto insensibili alla qualità dei servizi,  alle esigenze delle popolazioni amministrate nonché allo stesso,  gravissimo problema dell’ inquinamento atmosferico,  che non può  essere affrontato se non attraverso una politica di riduzione della circolazione dei veicoli privati e di contestuale incremento del trasporto pubblico. Perciò l’ ennesima pagina ingloriosa scritta oggi rappresenta anche lo specchio del fallimento dei vari Festa, Spagnuolo e D’Alessio.

 

Federazione Prov. PRC – Tony Della Pia

PRC Atripalda – Luigi Caputo

PRC Avellino – Costantino D’ Argenio

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *