domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

“Diver-T9”, grande entusiasmo e partecipazione per la seconda edizione in ricordo di coach Matarazzo

Pubblicato in data: 20/5/2019 alle ore:13:00 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Un ricordo indelebile quello che Alberto Matarazzo ha lasciato nel mondo della pallavolo e la testimonianza è stato il grande entusiasmo e affetto per la seconda edizione del “Diver-T9”, la manifestazione ideata e curata dalla famiglia Matarazzo e dalla Green Volley per ricordare mister Tosco nel giorno del suo 39° compleanno. Numeri importanti per una manifestazione che cresce anno dopo anno e che punta a diventare punto di riferimento non solo sul panorama provinciale ma anche regionale. Fin dalle 9 della mattina sono iniziati ad accorrere in massa i piccoli atleti per cimentarsi nel volley s3 diviso per categorie: white, green e red. Ben 6 le società che hanno partecipato in piazza Umberto I ad Atripalda. Oltre alla Green Volley hanno risposto presente la Wessica Pallavolo Avellino, l’Asd Cesinali, la S.G. Volley, l’Interserinese volley e l’Asd Ariano per un totale di 115 atlete/i che si sono sfidate. Ma il Diver – T9 non è soltanto volley s3, infatti si sono potuti cimentare in un circuito anche i piccolissimi di 4 e 5 anni, fascia di età su cui punta molto la Green Volley. Una giornata di sport che ha visto essere presente quel clima di amore tra tutti i partecipanti che sicuramente avrà fatto strizzare gli occhi a mister Tosco che avrà sicuramente ammirato da lassù la bellezza dello stare insieme divertendosi. Anche per chi si è trovato di passaggio per Atripalda non ha potuto esimersi nel fermarsi e constatare la bellezza e l’innocenza dei bambini e in questo clima anche il maltempo ha dovuto alzare bandiera bianca! Molto soddisfatto della riuscita della manifestazione Alessandro Matarazzo: “non ci aspettavamo tutta questa partecipazione e il nostro messaggio è lo stesso che avrebbe lanciato Alberto e cioè quello di una condivisione massima non solo pallavolistica ma sportiva. Era un suo desiderio organizzare questa manifestazione e siamo al secondo anno e in crescendo. Noi puntiamo sempre in alto, sappiamo che dobbiamo lavorare tantissimo ma puntiamo ad un coinvolgimento di tipo regionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *